GIOCHI DEL MEDITERRANEO – Cento giorni al via, più ombre (e dubbi) che luci….

from www.larepubblica.it

Un mare di problemi per il commissario Pescante: l’azienda che ha costruito gli alloggi per gli atleti minaccia di non consegnare la struttura. Anche i lavori allo stadio Adriatico sono in ritardo. E c’è anche una questione Israele-Palestina…

ROMA –Stasera nel centro di Pescara è stato avviato il conto alla rovescia per i XVI Giochi del Mediterraneo: un “led” grande e luminoso alzato in corso Umberto ha iniziato a toccare il tempo del “count down”, a partire dalle 18,30. Mancano cento giorni all’evento sportivo – l’inaugurazione sarà il 26 giugno – e al solito ci si arriva con il fiatone, un buon accumulo di brutte figure preventive e di incognite non risolte.

Il Villaggio degli atleti. L’ultimo problema, il più scivoloso, lo segnalò un’inchiesta di “Repubblica” dello scorso 12 dicembre: il Villaggio atleti. L’area recuperata a Chieti scalo dalla “Mediterraneo spa” è stata progettata per ospitare in ventitré nuovi edifici 4.700 agonisti provenienti dai lembi del Mediterraneo. Purtroppo, i costruttori non metteranno il complesso a disposizione del comitato organizzatore dei Giochi. Lo ha assicurato, affiancando alla rivelazione una minaccia di denuncia penale e una richiesta di risarcimento danni, l’ingegner Gianni Di Cosmo, capocordata in difficoltà con le banche – sostiene – e furioso perché non c’è un’istituzione che abbia acquistato un immobile: “Il Villaggio sarà completato, lo prometto, ma non consegnerò nulla agli organizzatori dei Giochi del Mediterraneo. Comune e Università sono latitanti, non hanno rispettato il contratto sottoscritto”. Di Cosmo, dinastia di costruttori teatini, arrestato per la Tangentopoli locale del ’93, proverà a vendere gli appartamenti costruiti direttamente alle famiglie, senza intralci istituzional-sportivi. “Il Comune non ha neppure realizzato gli svincoli stradali né ha portato gas, acqua, cavi del telefono”.

Oggi c’è stata una riunione d’urgenza con il sindaco di Chieti, il democratico Francesco Ricci, che ha ribadito: “Sul Villaggio degli atleti mi gioco il mandato, gli alloggi devono essere messi a disposizione entro il 30 aprile. Senza condizioni”. Sabatino Aracu, Forza Italia, presidente del Comitato organizzatore sotto inchiesta per i bilanci della Federazione hockey e pattinaggio che guida, attacca: “Nella convenzione firmata gli enti istituzionali non hanno alcun obbligo di acquistare edifici. Il Villaggio dovrà essere messo a disposizione degli atleti gratuitamente per l’intero periodo dei Giochi. E’ inammissibile minacciare di non dare gli alloggi per coprire ritardi non più recuperabili”.

Le minacce del commissario straordinario. Mario Pescante, commissario dell’ultima ora, si mostra sempre più spazientito. Definisce la questione ospitalità “baruffe chiozzotte locali”, poi alza il tono: “Il Villaggio degli atleti ai Giochi del Mediterraneo c’è stato fin dalla prima edizione, quella del ’51, e dovrà esserci nel 2009. Nessuno trasferirà gli atleti negli alberghi della costa adriatica: se non ci sarà il Villaggio non si faranno i Giochi”. E’ l’ultima dichiarazione ad effetto di un salvatore della patria (la sua, visto che il membro Cio è un abruzzese di Avezzano) che questi Giochi di Pescara, in verità, non li ha mai amati. “Avrei preferito gli scenari di Venezia, di Napoli, piuttosto Rimini. E poi con tutti i guai che il paese attraversa non capisco l’affanno dello sport italiano a candidarsi per ospitare qualsiasi evento internazionale”.

Canottaggio a Bomba, Adriatico in ritardo. Il commissario Pescante è chiamato a tappare falle a ripetizione. Aveva bocciato sonoramente le gare di canottaggio al Lago di Bomba – “spenderemo soldi che non ci sono per organizzare un evento irripetibile tra le montagne abruzzesi” – , ma di fronte alla levata di campanile dei politici d’Abruzzo che si sono opposti al trasferimento di un pezzo dei Giochi nelle Marche, al Lago di Piediluco, Pescante si è rimangiato la bocciatura. Anche lo stadio Adriatico di Pescara è in ritardo: l’ultimo cronoprogramma lo pretendeva pronto, compresa la nuova sala stampa per 800 giornalisti, agli inizi di marzo. La prima proroga lo ha rimandato a metà aprile.

Mancano 17 milioni. Resta in piedi la questione finanziamenti, per la quale Mario Pescante ogni giorno si sposta tra gli uffici della presidenza del Consiglio e il ministero dell’Economia. I 70 milioni stanziati al momento dell’assegnazione a causa di inflazione e interessi da pagare sui mutui accesi si sono ridotti a 54. Il governatore Gianni Chiodi, Pdl, ha annunciato l’arrivo di altri 10 milioni governativi. Pescante si è irritato, chiede silenzio sull’aspetto delicato: lavora per portare a Pescara 2009 altri 17 milioni. E ieri si limitato a dire: “Contiamo di recuperarne almeno una parte”.

Niente Israele, né Palestina. I Giochi del Mediterraneo numero 16 non si fanno mancare nulla di problematico. Giorno dopo giorno monta, infatti, la polemica sull’assenza delle squadre di Israele e Palestina. Il ministro degli Esteri, Franco Frattini, ha definito la mancanza “assolutamente assurda”. E’ toccato ancora a Mario Pescante precisare, limitare i danni. E incontrare, oggi a Roma, l’ambasciatore d’Israele, Ghideon Meir. “E’ dalla metà degli anni ’70 che lo sport tenta di far entrare i due paesi nei Giochi del Mediterraneo, senza riuscirci”, ha detto. “Prima di Bari ’97 si provò l’ingresso abbinato, uno dei due paesi si oppose. Poi si opposero entrambi. Abbiamo sperato nel miracolo per l’edizione italiana, ma lo sport, qui, è ostaggio della politica”.

Il presidente del Coni, Gianni Petrucci, alimenta intanto la sua campagna elettorale recitando il mantra: “Pescara farà una bella figura, tutto il resto è alle spalle”.

Annunci

1 commento »

  1. Marco Oliva said

    strano che l’organizzazione non funzioni e ci siano problemi di mangerie varie…in italia non succede mai…io una soluzione ce l’avrei, vietare manifestazioni di questo livello!

RSS feed for comments on this post · TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: