OLIMPIDI – Cio: “Mai più la fiaccola olimpica fuori dai confini del Paese ospitante”

from www.larepubblica.it

DENVER – Il Comitato olimpico internazionale (Cio), riunito a Denver, ha deciso di sopprimere la staffetta internazionale della torcia olimpica, che si limiterà d’ora in poi ad attraversare solamente il paese ospitante dei Giochi. La decisione del Cio è stata condizionata dalle vibranti proteste mosse lo scorso anno contro la Cina, accusata di violare i diritti umani. La torcia olimpica destinata ai Giochi di Pechino divenne infatti, in molti paesi del mondo, bersaglio dei contestatori.

“Nel 2004 (anno della prima staffetta della fiamma olimpica fuori dai confini dal paese organizzatore n.d.r.) – ha affermato Gilbert Felli, direttore esecutivo del Cio – avevamo già concluso che sarebbe meglio che la torcia resti all’interno del paese. In modo da essere controllata meglio”. “Pechino – ha proseguito Felli – aveva organizzato una staffetta internazionale e noi l’abbiamo accettata. Abbiamo però concluso, avendo visto quanto accaduto lo scorso anno, di non farlo più”.

Gli organizzatori delle Olimpiadi invernali di Vancouver e di quelle estive di Londra 2012 avevano già deciso di limitare il passaggio della torcia all’interno dei confini nazionali. Il Cio ha chiesto agli organizzatori dei Giochi invernali di Sochi 2014 di limitare il percorso della fiaccola all’interno della Russia.

La decisione del Cio sarà aggiunta al contratto che sarà stipulato tra il Comitato olimpico e il paese a cui saranno attribuiti i Giochi dall’edizione del 2016 che sarà assegnata il prossimo ottobre. Oltre a questo provvedimento, la commissione esecutiva del Cio, che termina oggi i suoi lavori,ha studiato le relazioni dei paesi organizzatori dei Giochi di Vancouver, Londra e Sochi senza però lasciar trapelare nulla.
Il Cio ha affrontato altri problemi. In particolare, non c’è stato nessun progresso nel contrasto che contrappone il Cio e il Comitato olimpico americano (Usoc) per quanto riguarda la redistribuzione dei proventi del marketing olimpico. Una questione che ostacola la candidatura di Chicago ad ospitare i Giochi del 2016. Per questa edizione dei Giochi c’è stata la prima presentazione ufficiale delle candidature delle quattro finaliste: oltre a Chicago, sono in lizza Rio, Tokyo e Madrid.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: