VOLLEY – Bergamo sul tetto d’Europa, la Champions resta in Italia

from www.gazzetta.it

Vittoria al tiebreak per la Foppapedretti contro la Dinamo Mosca. Ma che brividi per le ragazze di Micelli, che nel quarto set hanno annullato un match point. La massima competizione continentale non si sposta dal nostro Paese, visto che l’anno scorso aveva vinto Perugia

La gioia delle ragazze di Bergamo, campionesse d'Europa per la sesta volta. Tarantini

La gioia delle ragazze di Bergamo, campionesse d’Europa per la sesta volta. Tarantini
PERUGIA, 29 marzo 2009 – La Foppapedretti Bergamo conquista in maniera palpitante la sua sesta Coppa Campioni, ribaltando una partita che aveva preso una brutta piega.
Foppapedretti Bergamo-Dinamo Mosca 3-2 (25-21, 22-25, 14-25, 26-24, 15-10)
La partita si fa combattuta sin dalle prime azioni. Le squadre procedono punto a punto fino al primo time out tecnico, ma è Bergamo ad allungare con Ortolani che sale in cattedra e Arrighetti (prima Champions per lei) che chiude ogni varco a muro (16-21). La Dinamo tenta una timida reazione con Gamova in attacco, ma è la Foppapedretti a chiudere il primo set (25-21).
Nella seconda frazione di gioco le orobiche partono forte con una Del Core senza freni (8-5), mentre dall’altra parte della rete le russe faticano a tenere in difesa, sono lente e imprecise. Kirillova (43 anni) in regia è una garanzia, orchestra le sue attaccanti in maniera impeccabile riuscendo cosi ad agganciare e superare Bergamo. Un errore di Ortolani e un missile di Gamova riportano il match in parità (22-25). Il terzo set è tutto un crescendo per la Dinamo Mosca, Safronova e Gioli sono implacabili e mettono a terra palloni da ogni angolo del campo, il set è loro (14-25).
Perfetto equilibrio nel quarto parziale, russe e bergamasche si sfidano sottorete con dei colpi di alta classe e si rincorrono nel punteggio. Kirillova regala delle perle di alta classe, le sue attaccanti la seguono, ma Lo Bianco e compagne rimangono in scia. Gioli conquista il match point ma Gamova non tiene la fast di Barazza e l’ace di Del Core chiude i conti, si va al tie break.
Ai vantaggi la tensione è alta per entrambe le squadre, il pallone scotta. Al cambio di campo la Foppapedretti conduce 8-4, la Dinamo cerca il recupero, ma le ragazze di coach Micelli sono determinate a conquistare la vittoria, Del Core incontenibile, il trofeo resta in Italia (10-15). Per la prima volta nella storia una squadra con sette titolari italiane vince la Champions League, un risultato non da poco in un momento di esterofilia imperante.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: