CICLISMO GIOVANILE – “Apertura”, vince Oliviero Troia

from www.lastampa.it

SPLENDIDA VITTORIA DEL PORTACOLORI DELLA CICLISTICA BORDIGHERA NELLA CLASSICA GARA PER ALLIEVI

Un podio quasi tutto rivierasco. Non succede spesso in gare che vedono al via giovani corridori in arrivo da Piemonte, Lombardia e Toscana. Ma il «Gran Premio d’Apertura-Memorial Renzo Faraldi», numero 65, classica per allievi organizzata dalla Sanremese Ciclismo (con la collaborazione degli Amici di Poggio), ha fatto eccezione ed a trionfare è stato Oliviero Troia, portacolori della Ciclistica Bordighera, mentre il terzo posto è andato a Nicolò Lavazza della stessa Sanremese Ciclismo. Un duetto rivierasco in cui è riuscito ad inserirsi, al secondo posto, il piemontese Pietro Piccaluga della Ciclistica Rostese. «Un grande risultato per il nostro ciclismo ed anche una grande gara che, quest’anno, tenendo fede al suo nome, ha davvero aperto la stagione agonistica degli allievi. E’ stata gara corsa in una giornata uggiosa ma le emozioni che ha regalato l’hanno trasformata in una giornata radiosa», dice Mario Cattaneo, presidente della Sanremese Ciclismo, visibilmente soddisfatto per l’esito della gara che ha concluso il ciclo «organizzativo» della Sanremese Ciclismo iniziato con l’organizzazione dell’arrivo della Milano-Sanremo, proseguito con la Mediofondo «Sulle strade della Sanremo» e, ora, concluso con il Gran Premio d’Apertura.
I 55 chilometri della corsa, da Poggio di Sanremo ad Imperia e ritorno, toccando il Giro della Bastera con arrivo al Poggio dopo aver percorso la celebre salita della Classicissima, hanno offerto molte emozioni. Il gruppo – un centinaio di corridori in arrivo un po’ da tutte le regioni dell’Italia settentrionale – ha marciato compatto dalla partenza da Poggio fino ad Imperia. Poi sul Giro della Bastera, tra Dolcedo e Caramagna nell’immediato entroterra di Imperia, ci sono stati vari tentativi di fuga che hanno animato la gara. E, proprio a Caramagna, è partito l’episodio decisivo con la fuga di una decina di corridori che, con cambi regolari fra loro, sono rimasti in testa anche se il loro vantaggio non ha mai superato il minuto. A fare la selezione è stata la salita del Poggio sulle cui rampe il bordigotto Troia ed il sanremese Lavazza hanno dato battaglia. Alla fine l’ha spuntata il bordigotto, alla media di 38,15 orari, con uno scatto che gli ha permesso di arrivare al traguardo con un vantaggio di 2”40 su Piccaluga e di 3” su Lavazza. Buona anche la prova di Edoardo Bovo (Ciclistica Bordighera), undicesimo assoluto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: