TUFFI – Europei, Sacchin d’argento

from www.gazzetta.it

Si aprono benissimo gli Europei di tuffi a Torino: il bolzanino conquista la prima medaglia. Ottava Brenda Spaziani nella piattaforma 10 m

Christopher Sacchin è nato a Bolzano il 22-4-1983. Ap

Christopher Sacchin è nato a Bolzano il 22-4-1983. Ap
TORINO, 1 aprile 2009 – L’argento del batterista. Christopher Sacchin suona e si tuffa dal trampolino di un metro. Forza della natura che quando salta dalla lingua trova movenze eleganti che gli fanno annullare il peso medio (77 chili per 173 centimetri) e lo riportano sul podio per la quarta volta consecutiva tra Europei e Mondiali. Ma è la prima volta che Chris, carabiniere di Bolzano nato nell’aprile 1983, riesce a salire di un gradino sul podio. “E’ il primo argento, sono più contento che deluso, altroché”. L’azzurro si riferisce all’oro perso per 2 punti al cospetto dell’ucraino Illva Kvaska, confermatosi d’oro come agli Europei di Eindhoven del 2008, quando ad accompagnarlo, a seguirlo c’era pure Sacchin. Kvaska è arrivato quinto dai 3 metri ai Giochi, ma soprattutto bronzo nel sincro da 3 e dunque la resa è più che onorevole, se si pensa che l’azzurro ha preceduto un altro candidato al titolo, il tedesco di origini ucraine Pavlo Rozenberg.
SPAZIANI IN LACRIME – La prima giornata di questa edizione nuova della rassegna continentale che assomiglia agli Europei di nuoto in vasca corta (ma nei tuffi le altezze restano identiche) si chiude con la medaglia da un metro di Sacchin e con il sesto posto di Nicola Marconi, già campione europeo della specialità, e capostipite della premiata famiglia (anzi tufferia). Si chiude anche con un grande rimpianto e tante lacrime di Brenda Spaziani, in lizza per la medaglia sino all’ultimo tuffo nella piattaforma 10 m, e alla fine passata da quinta a ottava, e con il decimo posto di Noemi Batki, che ha gareggiato con i postumi di dolori alla schiena. Aspettando Tania Cagnotto, in gara venerdì da un metro, l’Italia scopre comunque un gruppo sempre ricco di talenti e personaggi. E Sacchin che ai Mondiali di Melbourne fu bronzo si prepara con questa medaglia a lanciarsi per la conferma di luglio a Roma. Dopo tre bronzi, l’argento, per lo specialità dal piccolo trampolino, dove conta l’esplosività e la rapiditià. Gli manca solo l’oro. Un giorno, chissà, arriverà.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: