TUFFI – Incredibile Cagnotto, terzo oro, questa volta nel sincro

from www.gazzetta.it

Le due azzurre conquistano il trampolino 3 metri regalando all’Italia la settima medaglia degli Europei di Torino. Per la Cagnotto è il terzo oro personale: nessuna ci era mai riuscita. L’Italia chiude con sette medaglie, record assoluto

Francesca Dallapé e Tania Cagnotto festeggiano l'oro nel sincro. LaPresse

Francesca Dallapé e Tania Cagnotto festeggiano l’oro nel sincro. LaPresse
TORINO, 5 aprile 2009 – Apoteosi Cagnotto. Tania si porta sul podio d’oro anche Francesca Dallapè, compagna di allenamenti tra Trento e Bolzano, e chiude trionfalmente i primi Europei di specialità, nel senso di staccati dalle altre discipline acquatiche.
STORICA – Il terzo titolo consente alla Cagnottina di diventare la prima tuffatrice europea a vincere tre volte in una sola edizione, impresa che finora apparteneva al mitico russo Dimitry Sautin, che realizzò la tripletta storica a Helsinki 2000, tre mesi prima dei Giochi di Sydney, dove l’allora quindicenne Tania si presentava agli occhi del mondo. Adesso Tania è una star, anzi una superstar, che dopo il titolo vinto sulle tedesche dai 3 metri sincronizzati, prende in mano il microfono per ringraziare il pubblico di Torino, accorso sempre numeroso e con quasi 10 mila presenze registrate, quel pubblico che anche Giorgio, torinese di nascita, ringrazia consegnadogli idealmente “una medaglia d’oro speciale”. E Torino si candida a ospitare gli Europei pre olimpici di Londra nel costruendo Palanuoto attiguo allo stadio Olimpico. La Cagnotto ha vinto la medaglia d’oro da un metro, l’ha bissata dai 3 metri, specialità olimpica e di cui detiene 2 bronzi mondiali, e adesso questa medaglia d’oro in coppia con l’ultima compagna che invece era alla prima medaglia assoluta. Trentina che alla ginnastica artistica ha preferito i tuffi, la Dallapè si integra anche fuori dall’acqua con Tania, e il duo si candida a fare grandi cose ai prossimi Mondiali di Roma. Il bronzo è andato all’Ucraina (Fedorova-Korolyova), mentre le tedesche d’argento (Dieckow-Subschinski) chiudono a 4.80 punti dalle azzurre.
PIATTAFORMA – Poca fortuna per Francesco Dell’Uomo, fidanzato della Cagnotto, dai 10 metri: il medagliato europeo e già finalista olimpico e mondiale ha chiuso nono in 414.40 pagando un errore nel penultimo tuffo e la difficoltà di gareggiare con un polso sinistro infiammato e fasciato, mentre il compagno quattordicenne Andrea Chiarabini si è ritrovato in ospedale con una flebo per un improvviso attacco di gastroenterite che faceva temere in mattinata un’appendicite che anzichè portarlo sulla piattaforma l’ha portato in ospedale. Una dedica speciale anche per il baby tuffatore. L’oro di una gara ad alto tasso tecnico è andato al russo Aleksey Kravchenko, classe ’86, sul russo fratello d’arte Dmitry Dobroskok e il tedesco Patrik Hausding. Con questo oro la Russia vince nel medagliere (4-3-0) sull’Italia (3-2-2) mai con 7 medaglie in unica volta: superato Madrid 2004 con 6. E Cagnotto papà ha ringraziato lo staff. I tuffi azzurri poveri di soldi sono ricchi di medaglie. Sensazionale.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: