BASKET – Domani cominciano le finali NBA

from www.gazzetta.it

Domani notte iniziano le finali più attese dell’anno. Los Angeles è favorita ma Orlando può sorprendere. E sembra certo il recupero di Nelson, il play che in stagione regolare ha guidato i Magic alle due vittorie sui californiani

LOS ANGELES (Usa), 3 giugno 2009 – Impossibile non entrare subito nel clima di finale. Basta accendere la radio e la maggioranza dei canali AM parlano solo di quello. C’è chi regala merchandising, chi intervista Luke Walton, chi annuncia 7 ore e 10 minuti di prepartita per domani (la frequenza è, ovviamente, 710…), chi giura che farà un tifo sfegatato per Kobe, “così almeno metterà a tacere i critici una volta per tutte”. Non ci potrà essere la tensione di 12 mesi fa, quando in Southern California sbarcarono gli odiati Boston Celtics e rovinarono la festa ai gialloviola. Superman Howard e gli Orlando Magic non hanno la tradizione e il nome dei campioni uscenti, ma saranno degni avversari, in grado di regalare agli appassionati una finale vera.

Kobe Bryant (LA) in allenamento. Ap
Kobe Bryant (LA) in allenamento. Ap

la calma dei magic — Per quanto sia difficile pronosticare il colpo dei ragazzi di Stan Van Gundy, i motivi per credere in una serie lunga ci sono. Lo strapotere di Howard sottocanestro, l’incredibile calma dei Magic, che sopra o sotto di 20 non cambiano di una virgola il loro modo di giocare, tornando spesso in partita quando sembrano spacciati, la pioggia di triple che prima o poi si abbatterà sui Lakers. C’è da dire però, che i californiani si accoppiano meglio con Orlando rispetto ai Cavs. Per limitare Rashard Lewis, un’ala pivot molto perimetrale, c’è Lamar Odom, più alto, più fisico, ma altrettanto rapido di piedi. Per Hedo Turkoglu, c’è Trevor Ariza, che ha ben figurato contro Carmelo Anthony in finale Ovest. E poi, quasi superfluo ricordarlo, c’è Kobe Bryant. Che dovrà vedersela con il fisicaccio del francese Mickael Pietrus.

La festa dei Magic dopo la vittoria con Cleveland. Epa
La festa dei Magic dopo la vittoria con Cleveland. Epa

l’anti lakers c’è — A sorpresa, pare che i Magic possano anche contare, almeno per pochi minuti, su Jameer Nelson, il play fuori da febbraio per un infortunio a una spalla, e l’uomo decisivo in entrambe le vittorie dei Magic in stagione regolare contro i Lakers. Sul suo utilizzo, coach Van Gundy deciderà solo poco prima della palla a due di domani notte (le ore 3 in Italia), ma qualche compagno all’allenamento di ieri si è sbilanciato. Anche solo per l’aspetto psicologico, sarebbe un’ulteriore iniezione di fiducia per un gruppo che pare non temere niente e nessuno. E visti i problemi dei Lakers a marcare i play avversari in questi playoff, anche un Nelson a mezzo servizio, farebbe molto comodo ai Magic.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: