TENNIS – Federer e il primo Wimbledon coperto

from www.gazzetta.it

Federer rivuole Wimbledon
e la leadership nel Mondo

Parte la prima edizione con il campo del Centrale chiudibile da un tetto mobile. Dopo il forfait di Nadal, lo svizzero è il grande favorito ma attenzione allo scozzese Andy Murray. Nel tabellone femminile le sorelle Williams contro le russe Safina e Sharapova

MILANO, 21 giugno 2009 – Non c’è Nadal. Vero. Ma guai a snobbare il valore e l’importanza di questo Wimbledon. Non sarà un’edizione che si dimenticherà in fretta. E’ la prima che si giocherà anche al coperto in caso di maltempo, la seconda dopo 25 anni senza il campione uscente. Storia di Wimbledon 2009, il torneo di tennis più atteso della stagione, in partenza domani, ma capace alla vigilia già di scrivere tante storie nella storia: in copertina la grande chanche di Roger Federer di vincere dove lo scorso anno aveva trionfato Rafa Nadal, e per l’elvetico si servirà anche su piatto d’argento l’occasione di sorpassare lo spagnolo nel ranking generale e tornare a essere il numero 1 al mondo. Ma non solo. C’è la grande sfida in campo femminile, con un pronostico che vede favorite le due Williams, Serena leggermente più avanti di Venus, attente a guardarsi alle spalle dalla pressione della Sharapova, della Kuznetsova, della Safina, e della Azarenka su tutte. E poi il nuovo volto del Centrale, prima ancora l’impatto psicologico sui tennisti, di giocare al coperto per la prima volta grazie al tetto mobile.

Rafa Nadal, 23 anni, è il grande assente di Wimbledon. Reuters
Rafa Nadal, 23 anni, è il grande assente di Wimbledon. Reuters

SOTTO IL TETTO — Sotto il cielo di Wimbledon, un futuro che è già presente nel segno della tecnologia. Per la prima volta sul campo Centrale si giocherà al coperto, grazie al tetto mobile di 5.200 metri quadrati, retrattile, costruito con materiale riciclato traslucido. Il tetto impiega dieci minuti per chiudersi, e si poggia su travi lunghe 77 metri che scorrono su 2 binari paralleli. All’interno l’impianto di aerazione immette 143 millimetri di aria al secondo. Sarà una novità. E sarà sicuramente interessante valutare le reazioni degli atleti di fronte ad una partita che si giochi al chiuso. Chissà che giocare al chiuso non possa modificare gli equilibri e spiazzare le previsioni degli scommettitori incalliti.

TRONO VACANTE — Rafa Nadal non c’è. Out. Tutta colpa di due doloranti, e stanche, ginocchia, che lo obbligheranno a restare lontano da Londra e da Wimbledon. Il numero 1 del ranking mondiale si è arreso a una tendinite a poche ore dall’inizio dei Championships. Manca il re, e allora il trono è vacante. Tutti i pronostici sono per lo svizzero Roger Federer e per lo scozzese, beniamino di casa, Andy Murray, considerati dai bookmaker i grandi favoriti dell’appuntamento londinese (quote rispettivamente di 1,75, e di 3,5). L’elvetico, battuto da Nadal nell’avvincente finale del 2008, vuole tornare a festeggiare su quel giardino, dove aveva alzato il trofeo senza interruzioni dal 2003 al 2007, e riporre la sua racchetta sul tetto del Mondo: in caso di trionfo sarà sorpasso verso Nadal, in vetta al ranking dal 18 agosto 2008 dopo aver detronizzato proprio lo svizzero, che allora era in testa da 237 settimane. Ma attenzione, in agguato ci sono lo statunitense Andy Roddick, il serbo Novak Djokovic, il francese Jo-Wilfried Tsonga. E’ la seconda volta negli ultimi 25 anni che Wimbledon inizia senza il campione uscente: nel 2002 era stato il croato Goran Ivanisevic ad abdicare senza giocare nemmeno un game. La tradizione vuole che sul campo Centrale ad aprire Wimbledon sia il campione uscente. Mancando il re, Nadal, il privilegio è stato concesso a Federer, finalista della passata edizione, che affronterà Yen Hsun Lu, di Taiwan. Federer, signore della parte bassa del tabellone, non dovrebbe sudare sette camicie per arrivare fino alla semifinale. Il sorteggio gli ha riservato come ostacoli più insidiosi l’emergente svedese Robin Soderling, demolito nella finale del Roland Garros, e il croato Ivo Karlovic.

Andy Murray, 22 anni, scozzese, è l'idolo di casa. Reuters
Andy Murray, 22 anni, scozzese, è l’idolo di casa. Reuters

TEST PROBANTE — Troppo poco, in realtá, per far deragliare “Roger Express”. In semifinale, sembra giá fissato l’appuntamento con il serbo Novak Djokovic. Nella parte alta del main draw, Murray dovrebbe procedere spedito fino agli ottavi, dove lo svizzero Stanislas Wawrinka potrebbe essere il primo test probante. Lo scozzese, in condizioni di forma eccellenti, avrebbe rischiato di sbattere in semifinale contro Nadal. Ora, invece, sa che nella peggiore delle ipotesi troverá l’argentino Juan Martin Del Potro, che ha preso il posto dello spagnolo in tabellone, o lo statunitense Andy Roddick.

COME NEL 2008? — Venus o Serena. In entrambi i casi, concludi, e leggi Williams. Il tabellone femminile sembra un affare di famiglia, con le due sorelle statunitensi grandi favorite. Qualche ostacolo potrebbe esserci per Serena, che esordirá contro la portoghese Neuza Silva, e che in un potenziale quarto di finale potrebbe trovarsi di fronte la forte russa Maria Sharapova: dopo 9 mesi di stop per i problemi alla spalla, la siberiana sta lentamente tornando sui suoi livelli e a Wimbledon ha giá trionfato nel 2004. Se Serena Williams arriverá indenne in semifinale, ad attenderla potrebbe trovare la numero 4 del mondo, Elena Dementieva, un’altra russa, un’altra favorita per la vittoria finale. Le Williams sull’erba sono le più forti del mondo, non a caso lo scorso anno la finale fu tutta roba loro. Occhi puntati, ovviamente, anche su Dinara Safina, numero 1 del ranking mondiale, che nei quarti potrebbe incontrare l’altra Kuznetsova, e sarebbe la quarta volta in stagione.

Dinara Safina, 23 anni,  è la numero 1 del ranking mondiale. Epa
Dinara Safina, 23 anni, è la numero 1 del ranking mondiale. Epa

RACCHETTE AZZURRE — Cinque nel tabellone maschile, sette nel femminile. E’ la squadra azzurra che atterra su Wimbledon sperando di portare a casa qualche buon risultato, magari qualche rivelazione del torneo. Alfiere del tennis azzurro in rosa è Flavia Pennetta, numero 15 del seeding, che esordirá contro la spagnola Nuria Llagostera Vives. Per lei potenziale terzo turno contro la francese Amelie Mauresmo (regina a Wimbledon nel 2006), e ottavo di finale contro la Safina. Francesca Schiavone dovrá vedersela con la canadese Aleksandra Wozniak (numero 23); Alberta Brianti, passata dalle qualificazioni, e Tathiana Garbin si affronteranno all’esordio in un derby azzurro; Sara Errani giocherá contro la canadese Stephanie Dubois; Maria Elena Camerin affronterá l’israeliana Shahar Peer; Roberta Vinci troverá la ceca Magdalena Rybarikova. Le sfide degli italiani al primo turno: Starace-Acasuso, Fognini-Istomin, Ghedin-Gulbis, Blake-Seppi e Bolelli-Koellerer.

Annunci

1 commento »

  1. […] Guarda Originale: TENNIS – Federer e il primo Wimbledon coperto « HOME – Sportaggia … […]

RSS feed for comments on this post · TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: