CIO – Grandi novità: Pescante vice presidente, rugby e golf ammesse alle Olimpiadi 2016

from http://www.gazzetta.it

Golf e rugby a 7 ai Giochi
Pescante vice di Rogge

Il Cio, riunito a Copenaghen, ha eletto l’italiano alla vicepresidenza. Inoltre è arrivato il si alle due specialità nel programma di Rio 2016. La gioia di Chimenti, presidente Federgolf: “Ora il nostro sport cambierà passo”. Manassero: “Da oggi un giovane golfista può sognare l’oro”

COPENAGHEN, 9 ottobre 2009 – Jacques Rogge è stato confermato a Copenaghen presidente del Cio. Rimarrà alla guida del Comitato olimpico internazionale per gli ultimi quattro anni, dopo avere ottenuto 88 dei 92 voti disponibili; tre sono stati gli astenuti, uno il voto contrario. Chirurgo belga, Jacques Rogge venne eletto per la prima volta presidente del Cio nel 2001, a Mosca, al posto dello spagnolo Juan Antonio Samaranch, che lasciò la massima carica dopo 21 anni. Jacques Rogge è nato a Gand il 2 maggio 1942 ed è membro del Comitato olimpico nazionale dal 1991. È un medico chirurgo specialista in medicina dello sport, è sposato con Anne Bovijn e ha due figli. Ha praticato vela e rugby. Come velista ha partecipato alle Olimpiadi di Messico ’68, Monaco ’72 e Montreal ’76.

Mario Pescante e Jacques Rogge. Ap
Mario Pescante e Jacques Rogge. Ap

L’ORA DI PESCANTE — Mario Pescante è stato eletto invece vicepresidente. Ha ottenuto 53 voti, superando Ching Kuo Wu di Taipei, presidente mondiale della boxe. I primi a congratularsi con il neovicepresidente sono stati il presidente del Coni, Gianni Petrucci, e il segretario generale Raffaele Pagnozzi, giunto ieri sera a Copenaghen proprio per seguire da vicino l’assemblea elettiva “È un grande successo per Pescante e per tutto lo sport italiano – ha detto Petrucci -. Siamo qui proprio per testimoniare la nostra vicinanza a Mario, nel momento più importante della sua carriera sportiva. Ha dedicato la sua vita al mondo olimpico nazionale e internazionale, quindi lo sport italiano gli deve dire grazie”. Pagnozzi ha aggiunto: “Ho lavorato tanto tempo al fianco di Pescante, non solo al Coni, ma anche negli organismi internazionali. Questa elezione è il giusto riconoscimento a una vita intera dedicata al Cio e agli ideali del movimento olimpico”. Una conferma per Franco Carraro che, con altri 23 membri tra cui l’ex presidente Juan Antonio Samaranch, è stato rieletto membro del Cio. Rimarrà in carica fino al 2017. I votanti sono stati 95: 88 i si, 2 no e 5 astenuti. Nell’esecutivo, invece, sono entrati l’inglese Craig Reedie (eletto in prima votazione con 52 preferenze) e l’australiano John Coates (48 voti in seconda sessione).

Tom Watson e la giovane promessa italiana Matteo Manassero. Ap
Tom Watson e la giovane promessa italiana Matteo Manassero. Ap

A RIO GOLF E RUGBY — Il Cio ha inoltre approvato, con 81 voti a favore e solo 9 contrari, l’inserimento del golf e del rugby a 7 nel programma dei Giochi 2016. “È una notizia veramente stupenda – ha commentato a caldo il presidente della Fir Giancarlo Dondi -. Ed è comprensibile che il nostro sport sia stato privilegiato nella versione a sette, molto più spettacolare e facile da capire, altrimenti ci sarebbe stato il predominio delle solite squadre, perché più di un secolo di egemonia non si modifica in sette anni. Così invece potranno emergere realtà nuove, e per il rugby ci sarà un nuovo boom. Spero – ha aggiunto Dondi – che alla fine riescano a fare un torneo a 24 squadre, come si usa spesso e si conclude in pochi giorni, invece che di 12 come ha detto il presidente del Cio Rogge”. Intanto i brasiliani hanno già fatto sapere che al rugby a 7 riserveranno uno stadio, quello del Vasco da Gama, e promettono di cominciare a impratichirsi anche loro con la palla ovale. “Questa ammissione del golf ai Giochi Olimpici permette ai giocatori della mia generazione di coltivare quel sogno che finora potevano inseguire soltanto i coetanei di altri sport”, ha detto Matteo Manassero, il teen-ager promessa del golf azzurro, testimonial al congresso del Cio a Copenaghen. “Da oggi un giovane può sognare di vincere la medaglia giocando a golf – prosegue – e questo apre al mio sport una nuova fase. Ero molto emozionato e orgoglioso di essere stato scelto dalla Federazione Internazionale per i risultati ottenuti quest’anno, come giovane promettente e in rappresentanza degli altri atleti”. E fa festa anche il presidente della Federgolf, Franco Chimenti: “È stato un grande successo del golf mondiale, che per la prima volta ha saputo presentarsi compatto ad un appuntamento importante. Il nostro Manassero ha ben rappresentato i suoi colleghi più esperti e con questo risultato il nostro sport ora cambierà passo. Non si potrà più obiettare che la nostra non è una disciplina olimpica e mi piace pensare che il traguardo sia arrivato in un momento straordinario in cui stiamo esprimendo valori tecnici molto alti attraverso atleti come i fratelli Francesco ed Edoardo Molinari, Matteo Manassero e le ragazze Diana Luna e Veronica Zorzi, così come Giulia Sergas e Silvia Cavalleri”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: