OLIMPIADI – Nuova candidatura per il 2020, Hiroshima e Nagasaki

from http://www.gazzetta.it

Hiroshima e Nagasaki 2020
Candidatura anti-nucleare

I sindaci delle due città giapponesi, distrutte dalle atomiche nella Seconda Guerra Mondiale, vogliono ospitare le Olimpiadi del 2020. “I Giochi simboleggiano l’abolizione degli armamenti nucleari e la pace nel mondo”, ha detto il primo cittadino di Hiroshima

MILANO, 11 ottobre 2009 – Un’Olimpiade per promuovere il disarmo e la pace nel mondo. L’idea arriva dal Giappone, che sta pensando di candidare le città di Hiroshima e Nagasaki per ospitare i Giochi del 2020. Nel1994 Hiroshima ha già ospitato i Giochi Panasiatici, versione regionale delle Olimpiadi, a cui presero parte 7.300 atleti in rappresentanza di 42 Nazioni.

La città di Hiroshima distrutta dal bombardamento. Afp
La città di Hiroshima distrutta dal bombardamento. Afp

CANDIDATURA ANTI-NUCLEARE — L’idea è stata annunciata oggi in una conferenza stampa congiunta di Tadatoshi Akiba e Tomihisa Taue, i sindaci delle due città rase al suolo dalle bombe atomiche sganciate dall’aviazione statunitense durante la Seconda Guerra Mondiale: la prima ad essere colpita fu Hiroshima, il 6 agosto 1945; tre giorni toccò alla città portuale di Nagasaki, per un totale di vittime dirette stimato fra le 100.000 e 200.000 persone, ma imprecisate se si considerano gli effetti a lunga scadenza. La candidatura delle due città simbolo dell’olocausto nucleare non è ancora concreta, ma i sindaci delle due località sembrano più che determinati: “Noi ci battiamo per la proibizione delle armi nucleari nel mondo – ha spiegato Akiba, primo cittadino di Hiroshima – e una nostra candidatura congiunta ai Giochi olimpici darebbe un notevole impulso in tal senso. I Giochi simboleggiano l’abolizione degli armamenti atomici e la pace nel mondo e per questo vogliamo lavorare insieme”. Secondo Taue “questa sarà una nuova sfida per le città bombardate dalle armi atomiche. Ospitando insieme i Giochi ci impegnamo a proporre un nuovo modo di organizzarli”.

GIAPPONE BIS — La candidatura delle due città, che distano circa trecento chilometri l’una dall’altra (“Mezz’ora di aereo”, ha precisato Akiba), costituisce un nuovo tentativo del Giappone di ospitare i Giochi, dopo la bocciatura di Tokyo, che la scorsa settimana a Copenhagen, dove il Cio si era riunito per scegliere la città deputata a ospitare i Giochi 2016, è stata battuta da Rio de Janeiro. Secondo le norme del Comitato olimpico internazionale, i Giochi si tengono in una sola città, ma ci sono state eccezioni, tra cui le Olimpiadi di Pechino nel 2008, quando gli eventi equestri sono stati trasferiti a Hong Kong. In corsa per i giochi del 2020 c’è anche l’Italia, con le candidature, finora ancora ipotetiche, avanzate da Roma e Venezia. Altri possibili candidate ai Giochi del 2020 (ma finora nessuno si è fatto avanti ufficialmente) sono Nuova Delhi, Doha, Parigi, Istanbul e Budapest. La scelta verrà fatta 7 anni prima, ovvero dal Congresso del Cio del 2013.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: