Archive for VOLLEY

VOLLEY – Simone Parodi in un test match ad Imperia il 4 Novembre

GRANDE VOLLEY AL PALASPORT DI IMPERIA

MERCOLEDI’ 4 IN PROGRAMMA CUNEO-CANNES

Il test-match Trofeo Gino Auto Due Toyota è inserito nell’ambito del 2° International Volley Festival

In campo anche l’armese Simone Parodi, 23enne schiacciatore della nazionale italiana

Dopo le regine d’Europa, che a fine maggio hanno svolto un’amichevole a ranghi misti, il nuovo palazzetto dello sport di Imperia si appresta ad ospitare, nell’ambito del 2° International Volley Festival, una prestigiosa sfida internazionale maschile di serie A1. Mercoledì 4 novembre, con inizio alle ore 18.15 (ingresso libero), l’impianto di zona San Lazzaro, sarà teatro del test-match “Trofeo Gino Auto Due Toyota”, tra Bre Banca Lannutti Cuneo e As Cannes Volley Ball. Per entrambe le squadre, protagoniste da anni della massima categoria, l’appuntamentio cadrà dopo pochi turni di campionato (sei per la Pro-A francese, otto per la A1 italiana) e alla vigilia di nuovi importanti incontri: il Cuneo a Loreto e il Cannes in casa con il Tourcoing.

Nelle fila dei piemontesi giocano in questa stagione fior di campioni del calibro del serbo Nikola Grbic, del belga Wout Wijsmans, del bulgaro Vladimir Nikolov e poi ancora gli azzurri Luigi Mastrangelo, Francesco Fortunato e Simone Parodi. Grande è l’attesa per vedere all’opera quest’ultimo, schiacciatore classe 1986 di 195 cm, di Arma di Taggia, cugino del campione di beacher Matteo Varnier. Nuovo acquisto è anche il libero, il francese Hubert Henno, medaglia d’argento ai recenti Europei, che ha preso il posto di Daniele Vergnaghi, passato dal campo alla scrivania con il ruolo di team manager. Sulla panchina siede un giovane ed emergente tecnico, Alberto Giuliani. Dopo sei giornate di campionato, la Bre Banca (che mercoledì sera ha sconfitto 3-2 Perugia davanti alle telecamere di Rai Sport Più) occupa la quinta posizione, alle spalle di Trento, Modena, Treviso e Piacenza. Vestono invece quest’anno la maglia biancorossa del Cannes due soli stranieri, il belga Yves Kruyner ed il camerunense David Feughouo. Tutto il resto della formazione è francese: dal nazionale Samuele Tuia all’ex Sisley Treviso Pierre Pujol, ai fortissimi schiacciatori Ludovic Castard, Marien Moreau e Gérald Hardy-Dessources, tutti nel giro dei Blues. Il club della Costa Azzurra attualmente (tre incontri giocati) è terzo, dietro Tours e Tolosa. Il coach, ormai da diversi anni, è il 47enne Laurent Tillie, ex-nazionale con trascorsi anche in Italia, a Falconara, otto scudetti di Francia al suo attivo da giocatore.

Nel palmares del Cuneo, che in questa stagione disputa la Coppa Cev, mancano ancora lo scudetto e la Champions League, ma figurano, dal 1996 ad oggi, due Coppe delle Coppe, due Coppe Cev, quattro Coppa Italia, tre Supercoppe Italiana e due Supercoppe Europee. I transalpini vantano invece nella loro bacheca una Coppa delle Coppe (1999), una Coppa Cev, dieci scudetti (il primo addirittura nel 1940, l’ultimo nel 2005, protagonista anche l’imperiese Giacomo Giretto) e sette Coppe di Francia.

La sfida si inserisce nell’ambito del 2° International Volley Festival, kermesse che ha vissuto un interessante prologo a Diano Marina il 7 ottobre (di fatto il primo atto del confronto Italia-Francia, consumatosi al Palacanepa e chiusosi in parità: 3-0 del Nizza all’Igo Carige Genova e 3-1 del Riso Scotti Pavia al Le Cannet) e che proseguirà sabato 21 e domenica 22 novembre con la Latte Alberti Cup, serie di quattro tornei a livello giovanile (Under 14 femminile, Under 16 maschile) e seniores (Senior femminile 1/2/3^ Divisione e Amatori misto 4+2), le cui informazioni dettagliate sono disponibili sul sito www.forevervolley.org. Cuneo-Cannes, una sorta di bella italo-francese, dunque, diventa ancor più avvincente

Domenica 22 si svolgerà anche il 2° Torneo di San Leonardo, manifestazione di minivolley (2° Livello e Under 12) organizzata da Compagnia di San Leonardo, Fipav e Csi Imperia, nell’ambito dei festeggiamenti per il Santo Patrono.

L’iniziativa, accolta con entusiasmo dall’Amministrazione Comunale di Imperia, è riconosciuta ed autorizzata dalla Fipav ed è stata inserita nel calendario nazionale Csen (www.csen.it) con il rango di evento internazionale. L’organizzazione è curata da Asd Forever Volley in stretta collaborazione con le società del Pool New Volley e con il patrocinio e sostegno degli Assessorati allo Sport di Regione Liguria, Comune di Imperia, Comune di Diano Marina, Comune di San Bartolomeo al mare e Provincia di Imperia, con il patrocinio di Coni Imperia e Csen.

Annunci

Comments (1)

VOLLEY – Il Tessitore torna in Francia

Racing Club Cannes concede il bis

In archivio un Tessitore memorabile

Sette anni dopo l’unico successo che era riuscito a conquistare nelle undici precedenti partecipazioni, il Racing Club Cannes, squadra campione di Francia da 12 anni di fila, è tornato sul gradino più alto del podio della Sanremo International Cup, la cui 25esima edizione, valida quale 17° Memorial Dado Tessitore, ha tenuto banco da venerdì a domenica a Villa Ormond.

Miglior modo per onorare il 25° compleanno non poteva esserci: squadre di altissimo livello, folto pubblico in tutte e tre le giornate di gara, partite emozionanti e spettacolari.

In una finalissima durata quasi due ore e trenta, le transalpine di Yan Fang (che non poteva contare sulle infortunate Salinas e Buckova, comunque al seguito della squadra), prossime protagoniste in Champions League, sono riuscite a superare 3-2 in rimonta le biancorosse della Yamamay Busto Arsizio, allenate da Carlo Parisi e Mariela Codaro. Il team italiano, che in questa stagione sarà per la prima volta nella sua storia al via di una competizione continentale, la Coppa Cev, non sono riuscite a capitalizzare il vantaggio di due set a zero e 11-6 nel tie break. Questo il tabellino completo della finale arbitrata dagli internazionali Paolo Barbero di Lavagna e Luca Sobrero di Carcare.

Yamamay- Cannes 2-3 (25-22, 25-20, 15-25, 20-25, 14-16)

Yamamay Busto Arsizio: Fernandinha 5, Valeriano, Kim, Turlea 22, Kovacova n.e., Campanari 15, Okaka, Crisanti 12, De Luca 11, Borri (L), Havelkova 15. All. Carlo Parisi. Battute vincenti: 6, errate 8. Muri: 9.

Racing Club Cannes: Marchenko 19, Yaneva 16, Fiorin 2, Antonijevic 6, Fomina (L), Polechtchouk 7, Ravva 14, Centoni 20, Delic 1, Ong. All. Yan Fang. Battute vincenti: 9, errate 8. Muri: 14.

Al terzo posto si è piazzata la formazione del Riso Scotti Pavia, vittoriosa 3-1 nella finalina sull’Mc Carnaghi Villa Cortese (priva delle azzurre Aguero, Cardullo e Secolo). Al 5° le piacentine del Rebecchilupa Piacenza, 3-1 al Leningradka San Pietroburgo.

I premi speciali sono stati così assegnati: mvp Victoria Ravva (Cannes), alzatrice Fernandinha (Yamamay), muro Dora Beata Horvath (Riso Scotti), servizio Maryna Marchenko (Cannes), schiacciatrice Helena Havelkova (Yamamay), difesa Luna Veronica Carocci (Riso Scotti). Rispetto al solito sono stati inseriti i premi di top scorer della finale, andato a Carmen Turlea (Yamamay) autrice di 22 punti, ed alla più avvenente, Tereza Matuszkova (Riso Scotti). Un ricordo dell’evento è stato consegnato dal presidente della Nuova Lega Pallavolo, Enrico Chiavari, a Barbara De Luca, ex giocatrice del Sanremo, tornata dopo alcuni anni a disputare il torneo matuziano.

Applausi anche per un campionissimo del volley presente a Villa Ormond: Juan Carlos Cuminetti, medaglia di bronzo alle Olimpiadi di Seul ’88 con la maglia dell’Argentina e poi vincitore con club italiani (ha giocato in A1 per 14 stagioni) di due scudetti, tre Coppe dei Campioni, quattro Coppa Italia e si è laureato nel 2007 campione europeo Over 40 con la maglia azzurra.

A consegnare i numerosi riconoscimenti sono stati Lupetta e Giuseppe Tessitore, l’ideatore della manifestazione e organizzatore delle prime tre edizioni Paolo Alberti, l’assessore allo sport del Comune di Sanremo Alessandro Il Grande, il consigliere provinciale Andrea Artioli, il consigliere comunale Massimo Rossano, il presidente provinciale Coni Ivo Bensa, il consigliere federale Fipav Aldo Rossi, il presidente regionale Fipav Anna Del Vigo, il presidente provinciale Fipav Tullio Arduino, la responsabile del Liceo dello Sport Tiziana Belli, il titolare di Vespa Store Sanremo Marco Petrucci.

Nella giornata inaugurale della Sanremo Cup erano stati consegnati due riconoscimenti alle neocampionesse d’Europa presenti a Sanremo, vale a dire Lucia Crisanti della Yamamay Busto Arsizio e Giulia Rondon del Rebecchilupa Piacenza.

Da segnalare una curiosità: ieri sera, pochi chilometri dopo aver imboccato la A10, uno dei due pulmini della Yamamay è rimasto in panne, ma l’organizzazione della Sanremo Cup è riuscita nel giro di pochi minuti a rintracciare un mezzo alternativo che ha consentito al team di rientrare regolarmente in sede.

I sei sono rimasti entusiasti del clima della Riviera dei Fiori e dell’accoglienza ricevuta e si sono detti tutti desiderosi di ritornare l’anno prossimo. Mai come quest’anno erano al seguito della squadra così tanti dirigenti (compresi i vertici dei vari club), addetti ai lavori (dieci i fotografi accreditati tra italiani e stranieri), familiari e supporter. E’ stato calcolato che, oltre alle squadre, abbiano soggiornato nella Città dei Fiori non meno di 150 persone.

Nonostante i noti limiti, la struttura di Villa Ormond, allestita nel migliore dei modi dall’organizzazione, si è rivelata più indicata rispetto al Mercato dei Fiori di Valle Armea, almeno per quanto riguarda l’illuminazione, gli spogliatoi ed il fondo. Un po’ sacrificato il pubblico, particolarmente numeroso per questa prestigiosa edizione.

Alcuni incontri della Sanremo Cup 2009 sono andati in onda in diretta, via web cam, sul sito www.volleybusto.com.

Principali partner dell’iniziativa sono stati Roburex, Laboratorio Farmaceutico Ct, Fratelli Carli, DonnaOro, Vespa Store Sanremo, Latte Alberti, Generali Assicurazioni, Riviera Recuperi. Media partner: La Stampa e Sanremonews.

Molto ben riuscite anche le iniziative collaterali. Ben sessanta sono stati gli allenatori partecipanti al corso di aggiornamento per allenatori, tenuto sabato mattina da Carlo Parisi, head coach Yamamay. Per quanto riguarda il torneo esagonale Under 14 femminile, 3° Memorial Franca Mazzucchelli, successo del Centro Volley Sanremo, 2-0 in finale sull’Alassio, terzo Sampor Savona.

L’organizzazione è stata curata dalla Asd Nuova Lega Pallavolo Sanremo, sotto l’egida della Fipav, con il sostegno di Comune di Sanremo Assessorato Manifestazioni e Promozione Turistica, Regione Liguria Assessorato allo Sport, Provincia di Imperia Assessorato Turismo e Sport, con il patrocinio della Lega Pallavolo Serie A femminile e del Coni di Imperia e la collaborazione di Liceo dello Sport Istituto Colombo Arma di Taggia.

Risultati Sanremo Cup 2009

Venerdì 9 ottobre. Pool A: Riso Scotti Pavia-Leningradka San Pietroburgo 2-1, Mc Carnaghi Villa Cortese-Riso Scotti Pavia 2-1, Villa Cortese-Leningradka San Pietroburgo 2-1. Classifica: Villa Cortese 4; Pavia 3; Leningrado 2. Pool B: Yamamay Busto Arsizio-Rebecchilupa Piacenza 3-0, Racing Club Cannes-Rebecchilupa Piacenza 2-1, Racing Club Cannes-Busto Arsizio 2-1. Classifica: Cannes 4; Busto Arsizio 4; Piacenza 1.

Sabato 10 ottobre. Mc Carnaghi Villa Cortese-Yamamay Busto Arsizio 1-3 (20-25, 25-23, 16-25, 21-25), Riso Scotti Pavia-Racing Club Cannes (25-22, 18-25, 27-25, 21-25, 12-15), finale 5° posto Rebecchilupa Piacenza-Leningradka San Pietroburgo 3-1 (25-14, 25-16, 19-25, 25-18)

Domenica 11 ottobre. finale 3° posto Villa Cortese-Pavia 1-3 (25-22, 21-25, 15-25, 20-25), finale 1° posto Yamamay Busto Arsizio-Racing Club Cannes 2-3 (25-22, 25-20, 15-25, 20-25, 14-16).

Comments (1)

VOLLEY – Il Cannes vince la 25° Edizione del Memorial Tessitore

Il Racing Club Cannes torna ad iscrivere il proprio nome nell’albo d’oro della Sanremo Internatonal Cup. Dopo il trionfo del 2002, le campionesse di Francia si sono ripetute ieri pomeriggio a Villa Ormond, superando 3-2 la Yamamay Busto Arsizio. Interminabile la finale, durata oltre due ore davanti ad un pubblico numerosissimo ed estasiato dalle giocate delle due squadre. Un po’ di rammarico per le bustocche, avanti 2-0 nel computo dei set (e con 4 punti di vantaggio, 10-6 nel tie-break) e poi rimontate dalle transalpine. Al terzo posto Riso Scotti Pavia, 3-1 all’Mc Carnaghi Villa Cortese.

Così i premi speciali: mvp Ravva (Cannes), alzatrice Fernandinha (Yamamay), muro Horvath (Riso Scotti), servizio Marchenko (Cannes), schiacciatrice Havelkova (Yamamay), difesa Carocci (Riso Scotti). Top scorer della finale. Turlea (Yamamay) con 22 punti. Più avvenente: Matuszkova (Riso Scotti).

Questi i risultati della ‘Sanremo Cup 2009’
Pool A: Riso Scotti Pavia-Leningradka San Pietroburgo 2-1, Mc Carnaghi Villa Cortese-Riso Scotti Pavia 2-1, Villa Cortese-Leningradka San Pietroburgo 2-1. Classifica: Villa Cortese 4; Pavia 3; Leningrado 2.
Pool B: Yamamay Busto Arsizio-Rebecchilupa Piacenza 3-0, Racing Club Cannes-Rebecchilupa Piacenza 2-1, Racing Club Cannes-Busto Arsizio 2-1. Classifica: Cannes 4; Busto Arsizio 4; Piacenza 1.

Mc Carnaghi Villa Cortese-Yamamay Busto Arsizio 1-3 (20-25, 25-23, 16-25, 21-25), Riso Scotti Pavia-Racing Club Cannes (25-22, 18-25, 27-25, 21-25, 12-15)

Finale 5° posto:
Rebecchilupa Piacenza-Leningradka San Pietroburgo 3-1 (25-14, 25-16, 19-25, 25-18)

Finale 3° posto:
Villa Cortese-Pavia 1-3 (25-22, 21-25, 15-25, 20-25)
Finale 1° posto:
Yamamay Busto Arsizio-Racing Club Cannes 2-3 (25-22, 25-20, 15-25, 20-25, 14-16).

Lascia un commento

VOLLEY – Yamamay vs Cannes la finale del 25° Tessitore

Volley - Barbara De Luca

Saranno Yamamay Busto Arsizio e Racing Club Cannes a contendersi domani pomeriggio a Villa Ormond la 25esima edizione del torneo internazionale femminile di Sanremo, 17° Memorial Dado Tessitore.
Nella seconda semifinale, molto combattuta e spettacolare, davanti ad un folto pubblico, le campionesse di Francia hanno avuto la meglio solo al 5° set sul Riso Scotti Pavia. Le lombarde, avanti 1-0 e 2-1, hanno comunque disputato una grande partita e domani affronteranno Villa Cortese per il terzo gradino del podio. In campo sono ora, nella finale per il 5° posto, Leningradka San Pietroburgo e Rebecchilupa Piacenza.

Domani mattina avranno luogo, sempre a Villa Ormond, le finali del 3° Memorial Franca Mazzucchelli, torneo riservato alla categoria Under 14 femminile.

Risultati e programma Sanremo Cup 2009
Venerdì 9 ottobre. Pool A: Riso Scotti Pavia-Leningradka San Pietroburgo 2-1, Mc Carnaghi Villa Cortese-Riso Scotti Pavia 2-1, Villa Cortese-Leningradka San Pietroburgo 2-1. Classifica: Villa Cortese 4; Pavia 3; Leningrado 2. Pool B: Yamamay Busto Arsizio-Rebecchilupa Piacenza 3-0, Racing Club Cannes-Rebecchilupa Piacenza 2-1, Racing Club Cannes-Busto Arsizio 2-1. Classifica: Cannes 4; Busto Arsizio 4; Piacenza 1.
Sabato 10 ottobre. Mc Carnaghi Villa Cortese-Yamamay Busto Arsizio 1-3 (20-25, 25-23, 16-25, 21-25), Riso Scotti Pavia-Racing Club Cannes (25-22, 18-25, 27-25, 21-25, 12-15), finale 5° posto Rebecchilupa Piacenza-Leningradka San Pietroburgo (ore 19.45).
Domenica 11 ottobre. finale 3° posto Villa Cortese-Pavia (ore 15), finale 1° posto Yamamay Busto Arsizio-Racing Club Cannes (ore 17). A seguire la cerimonia di premiazione.

Lascia un commento

VOLLEY – Piccinini e il secondo oro Europeo

PARLA IL SIMBOLO DELL’ITALIA DEL VOLLEY

Per la Piccinini è il tempo della rivincita
«E ora provate a dire che sono solo bella»

«L’oro olimpico, poi farò la mamma. Nello sport italiano è il momento di noi donne: orgogliose di questo ruolo»

(Omega)(Vietri)

LODZ – «Ciao papi, mi hai vi sta?». L’ex ragazza da copertina (di calendario) in questo momen to è una bimba al telefono col suo papi, «ti è piaciuta? ti sei commosso?», ma fino a un minu to fa era bis-campionessa d’Euro pa, e insieme a Tai Agüero il mi glior martello del continente. Francesca Piccinini non è la ca pitana (Lo Bianco). Non è la su permamma (Gioli). Non è la regi sta con il makeup incorporato (Cardullo). Non è la fuoriclasse cubana d’importazione (Agüe ro). Francesca, dopo quindici an ni di nazionale e di pallavolo, è per tutti la Picci. La faccia (bella), le mani (grandi), il sorriso (lar go) dell’Italia che lunedì è stata rice vuta in pompa magna a Fiumici no dal ministro Giorgia Meloni («Dallo sport femminile arrivano soddisfazioni a volte migliori rispetto al lo sport maschile nono stante da noi le donne si ano solitamente meno coccolate…»), tappeto rosso del cerimoniale di Stato, presidente Petruc ci raggiante («Le azzurre non tradiscono mai»).

E se nelle scuole, dove il volley è lo sport più prati cato, molte ragazzine da grandi sognano di diven­tare come la Piccinini, qualcosa vorrà dire. È sta ta lei, prima italiana a emigrare all’estero (’96, in Brasile), insieme a un manipolo di farfalle usci te dal bozzolo e dall’om bra della pallavolo ma schile, a traghettare que sta disciplina dal se mi-anonimato ai par quet più nobili. E pazien za se per riuscirci ha scelto di at traversare la fase del cerone e la provincia del gossip. Tra i suoi scheletri nell’armadio, Bobo Vie ri e Ringo. Ma era per una buona causa. Dopo, sono arrivate le me daglie.

Francesca, cosa significa per lei il secondo oro europeo?
«Tutto. Sono stati quattro me si di avvicinamento all’Europeo intensi e lunghissimi. Confermar si da favorite era la nostra sfida. Alla faccia della modestia, siamo state grandissime».

La forza della squadra?
«Il gruppo. La voglia. L’umil tà. Andare insieme oltre tutte le difficoltà, e ce ne sono state, riu scendo sempre a sdrammatizza re».

E lei, in spogliatoio, che ruo lo ha?
«Con le mie risate sataniche, da diavoletto, riesco sempre a strappare un sorriso anche nei momenti più bui».

Ha compiuto i suoi primi trent’anni. Non comincia a esse re un po’ satura di muri e schiacciate?
«No. Ho vinto tanto, ma ogni volta è come la prima. Che sia un campionato, un Mondiale o un Europeo, per me tutto ha lo stes so sapore. Questo oro è una gioia fantastica che non appaga mini­mamente il mio desiderio di con tinuare a vincere, sia chiaro».

Chi l’avrebbe mai detto, al l’epoca del famoso calenda rio…
«Già. Ricordo le polemiche, il ritornello su di me e Maurizia Cacciatori: fanno foto sexy, sono solo belle, non brave. Adesso ba sta. Ho dimostrato che non era un bluff. So giocare a pallavolo. Pure bene. E non sono brutta!».

Qual è il fluido magico del c.t. Barbolini? Come vi ha con quistate dopo il golpe con cui avevate spodestato Bonitta?
«Massimo è una persona spe ciale, sa sempre cosa dire e fare al momento opportuno. Non è in­vadente, rispetta la nostra pri vacy, non ci mette pressione, sa leggere i nostri umori e ci tra smette fiducia».

Barbolini sostiene che tra al lenare gli uomini e le donne non c’è differenza.
«Non è vero. Prima che atlete siamo donne, e Massimo lo sa be nissimo. È il dialogo aperto, su tutto, una delle chiavi del nostro rapporto».

Barbolini dice anche che la delusione dell’Olimpiade di Pe chino vi ha fatto crescere.
«Sono d’accordo. Siamo torna te dalla Cina affamate».

Vi sentite pronte a rompere il tabù dell’oro olimpico?
«Ehhh, magari: sarebbe stori co. Ne riparliamo a Londra 2012, la mia ultima Olimpiade. Avrò 33 anni. Smettere con l’oro al collo sarebbe un sogno».

E poi?
«Poi farò la mamma. Per il vol ley faccio il sacrificio di rimanda re il desiderio di una famiglia».

C’è già un pretendente?
«Ni».

Tronista? Deejay? Calciato re?
«Per carità!».

Prometta che non la vedre mo in un reality in tv.
«Ora come ora, lo escludo. Ma un domani, chissà… Se arriveran no proposte interessanti, le valu­terò».

Come si resiste così a lungo al logorio del volley moderno?
«Con l’entusiasmo dell’inizio. Mi diverto ancora persino ad alle narmi! Ogni successo è speciale a modo suo. Impossibile sceglie re».

Dove tiene le medaglie?
«A casa dei miei, a Massa. Han no allestito una stanza-museo con i miei trofei. Che comincia no ad essere parecchi…».

Prossimo obiettivo?
«Scudetto, Coppa Campioni, Coppa Italia, Mondiale con l’Ita lia nel 2010. Gli impegni non mancano».

Anche lei è malata di scara manzia come le sue compagne?
«Ma no, io cambierei calze e scarpe a ogni match. Ho giocato l’Europeo con il nastrino porta fortuna rosso per i capelli solo perché mi hanno obbligata con la forza!».

Francesca perché le donne italiane vincono così tanto, ulti mamente più degli uomini?
«I maschi hanno dimostrato tanto negli ultimi anni, ma ades so stiamo andando meglio noi. Portiamo in alto la bandiera ita liana e siamo orgogliose di que sto. È che noi donne siamo più determinate, ci sorreggono gli astri e le stelle: io sono Capricor no, quindi testarda e dura».
Come un muro

Comments (1)

PALLAVOLO – 25° Trofeo Tessitore a Sanremo

DA DOMANI TRE GIORNI DI GRANDE VOLLEY A SANREMO

IN CAMPO ANCHE LE AZZURRE RONDON E CRISANTI

Si stanno susseguendo in Riviera dei Fiori gli arrivi delle squadre che da domani a domenica saranno protagoniste della 25esima edizione del torneo internazionale di pallavolo femminile Sanremo Cup, 17° Memorial Dado Tessitore, organizzato dalla Nuova Lega Pallavolo Sanremo. Dopo il Pavia, giunto ieri per disputare il Trofeo Civ C’entro a Diano Marina, questa mattina è stata la volta del Leningradka San Pietroburgo, giunto direttamente dalla Russia via Francoforte. Nel pomeriggio sono attese Rebecchi Lupa Piacenza e Mc Carnaghi Villa Cortese, in serata la Yamamay Busto Arsizio, mentre il Racing Club Cannes raggiungerà la Città dei Fiori sono domattina, considerata la vicinanza solo poche ore prima di scendere in campo. Pavia, San Pietroburgo e Piacenza a partire dalle ore 16 testeranno l’impianto matuziano, mentre il Villa Cortese si allenerà, grazie alla disponibilità del Comune di Taggia e del Volley Arma Taggia, al Palaruffini.

E’ intanto arrivata la comunicazione del Villa Cortese che le tre nazionali dell’ambiziosa matricola lombarda, Aguero, Cardullo e Secolo, non saranno presenti a Sanremo. Come prevede l’accordo con il club, prassi consolidata a livello internazionale, le giocatrici hanno avuto una settimana di riposo dopo la conclusione della rassegna continentale e ne hanno approfittato per tornare alle rispettive sedi e godersi qualche giorno di vacanza dopo una non stop, in giro per l’Italia e la Polonia, durata oltre due mesi.

Fresche di medaglia d’oro al collo, per la prima volta campionesse d’Europa, saranno invece regolarmente in campo a Villa Ormond la centrale Lucia Crisanti (Yamamay) e la palleggiatrice di 190 cm Giulia Rondon (Rebecchilupa Piacenza), le quali, meno stanche delle compagne, hanno rinunciato al riposo per mettersi già al servizio delle loro nuove società.

Ad aprire le ostilità domattina saranno, alle ore 9.30, Riso Scotti Pavia e Leningradka San Pietroburgo, alle 11 toccherà a Yamamay Busto Arsizio (con la ventimigliese Barbara De Luca) e Rebecchilupa Piacenza. Nel pomeriggio debutto di Cannes e Villa Cortese.

A dirigere gli 11 confronti sono stati designati gli arbitri più qualificati della Liguria: gli internazionali Paolo Barbero e Luca Sobrero, Giulio Astengo e Ciro Falivene (fischietti di serie A), gli imperiesi Luca Bracco e Alessandro Rossi (serie B).

Sabato è previsto, in collaborazione con il comitato Fipav di Imperia, il corso di aggiornamento allenatori Fipav con Carlo Parisi (head coach della Yamamay Busto Arsizio, titolo dell’incontro “Il ricettore attaccante: individuazione delle attitudini, specializzazione ed allenamento specialistico). Domenica 11, dalle ore 10, sempre a Villa Ormond, avranno luogo le finali del 3° Memorial Franca Mazzucchelli, esagonale Under 14 femminile, la cui prima giornata si è giocata domenica 4. La finale per il 3° posto metterà di fronte Nlp Sanremo e Sampor Savona, mentre nel match che assegna il titolo il trofeo Cv Sanremo e Alassio.

La 25^ Sanremo International Volley Cup è organizzata, sotto l’egida della Federazione Italiana Pallavolo, dalla Nuova Lega Pallavolo Sanremo con il sostegno di Comune di Sanremo Assessorato Promozione Turistica e Manifestazioni, Regione Liguria Assessorato allo Sport e Provincia di Imperia Assessorato Turismo e Sport. La manifestazione si avvale inoltre del patrocinio di Coni Imperia e Lega Pallavolo Serie A femminile. Collabora all’organizzazione il Lets Liceo dello Sport di Arma di Taggia – sede distaccata dell’Istituto Colombo di Sanremo. Partner dell’evento sono Fratelli Carli, DonnaOro, Vespa Store Sanremo, Laboratorio Ct, Roburex, Casinò Sanremo, Latte Alberti, Riviera Recuperi, Generali Assicurazioni, Recupfer.

Il sito della manifestazione è  www.pallavolosanremo.it

25^ SANREMO INTERNATIONAL CUP – 17° MEMORIAL DADO TESSITORE

PROGRAMMA – ingresso libero

VENERDI’ 9 (fase eliminatoria, 3 set comunque)

9.30 PAVIA – SAN PIETROBURGO
11.00 PIACENZA – BUSTO ARSIZIO
15.30 PAVIA-VILLA CORTESE
17.00 CANNES-PIACENZA
19.45 SAN PIETROB.-VILLA CORTESE
21.15 CANNES-BUSTO ARSIZIO

SABATO 10 (3 set su 5)

15.00 SEMIFINALE

17.00 SEMIFINALE

19.15  FINALE 5-6° POSTO

DOMENICA 11 (3 set su 5)

15,00   FINALE 3°-4°  POSTO

17.00    FINALE 1°-2°  POSTO

cerimonia di premiazione

Sito della manifestazione: www.pallavolosanremo.it.

Per ulteriori informazioni

Immedia – 0183.274078 – 335.838433 – immedia@uno.it

Enrico Chiavari – 368.7095250 – enrico.chiavari@libero.it – Cesare Fagnani – cesarefagnani@gmail.com

Lascia un commento

VOLLEY – Italia Campione d’Europa

from http://www.repubblica.it

Italia si conferma campione d'Europa

LODZ – L’Italia è campione d’Europa di volley femminile. A Lodz, in Polonia, nella finale contro l’Olanda le ragazze di Massimo Barbolini si sono imposte per 3-0 (25-16, 25-19, 25-20), bissando il successo in Lussemburgo del 2007. Per l’Italvolley rosa quarta finale della sua storia, la terza consecutiva. Primo set, secondo le previsioni, molto equilibrato con azzurre avanti sul +2 (15-13) con un muro (brava la Gioli) difficile da abbattere per la selezione “orange”. Le azzurre salivano fino al 22-14 prima della palla-set grazie ad un errore in battuta delle olandesi (25-16). Nella seconda frazione ancora equilibrio (15-15), prima dell’accelerata azzurra verso il 25-19 (errore in battute delle olandesi) che consegnava al gruppo di Barbolini il set. Nell’ultimo parziale azzurre ancora avanti (4-8), fino al 19-14 prima del time-out olandese. Al ritorno in campo l’Italia controllava il gioco (18-23) prima del definitivo 25-20. Nella finale per il terzo posto successo della Polonia ai danni della Germania.
BARBOLINI FELICE – Massimo Barbolini è felice per la vittoria dell’Italvolley rosa che a Lodz ha conquistato il titolo europeo ai danni dell’Olanda, bissando il successo del 2007 in Lussemburgo. “Ad inizio Europeo si era parlato di Italia favorita e abbiamo accettato il ruolo anche se confermarsi è più difficile che vincere le ragazza hanno portato a termine un’impresa, con una vittoria fanastica ed un Europeo incredibile. Bene anche in finale e questo ci fa capire che siamo i più forti. La delusione di Pechino? E’ un’altra cosa, fra tre anni ci penseremo, speriamo di arrivarci”. Arriva anche il pensiero di Eleonora Lo Bianco: “Era difficilissimo riconfermarci e credo che abbiamo giocato una grande gara. Abbiamo fatto veramente una bella partita. Sembra tutto facile da fuori ma non lo è. Siamo riuscite a mettere in difficoltà l’Olanda che poteva darci fastidio”.

ITALIA-OLANDA 3-0
(25-16 25-19 25-20)
ITALIA:
Lo Bianco 4, Del Core 11, Barazza 9, Aguero 9, Piccinini 10, Gioli 14. Libero: Cardullo. Ortolani. Non entrate: Rondon, Secolo, Merlo, Arrighetti. Allenatore: Barbolini.
OLANDA: Stam 7, Visser 8, Flier 9, Staelens C. 4, Wensink 7, Staelens K. 1. Libero: Van Tienen. Blom 1, Huurman 1, Grothues 1. Non entrate: Wijsmeier, De Kruijf, All. Selinger.
ARBITRI: Bieljc (Ser) e Rodriguez (Esp).
Spettatori: 13500. Durata set: 19, 22, 21.
Italia: bs 7, bv 7, mv 10, e 9.
Olanda: bs 8, bv 3, mv 3, e 9.

Comments (1)

Older Posts »