Posts Tagged costumoni

NUOTO – La via dei costumoni…

prima del Mondiale di Roma…

dopo i Mondiali di Roma…

…ma arriveranno i nuovi blocchi…

Annunci

Lascia un commento

COSTUMONI – La FINA decide di tornare al passato, stop ai costumoni di nuova generazione

from www.fina.org

On its first meeting held today in Rome (ITA), the 2009-2013 FINA Bureau fully complied with the decision of the FINA Congress, held on July 24, 2009 related with the procedure concerning swimwear approval. As it was also decided by the Congress, these rules are now By-Laws rules, which allow the Bureau to further control, update and correct any deviation to the process or to proceed with any necessary adjustment related to the development of the swimsuit technology.

The FINA Bureau decisions on swimsuits include:

MATERIAL
– The material of the swimsuits will definitively be constituted only by textile fabric(s). The definition of “textile” will be made by a group of scientific experts chosen by FINA and led by Prof. Jan-Anders Manson, from the Swiss Federal Institute of Technology (EPFL) in Lausanne (SUI). This definition will be available to manufacturers by no later than September 30, 2009. The first definition of “textile” to be further confirmed by this group is: “Material consisting of, natural and/or synthetic, individual and non consolidated yarns used to constitute a fabric by weaving, knitting, and/or braiding.”

SHAPE – For men, the swimsuit shall not extend above the navel nor below the knee, and for women, shall not cover the neck, extend past the shoulder, nor extend below knee. Furthermore, no zippers or other fastening system is allowed.

USE – In the regulation approved by the Congress, the swimmer can only wear one swimsuit and no taping is allowed.

TESTS – Only measurable scientific tests will be performed within the frame of the swimwear approval procedure. For thickness, the 1mm limit will be adjusted to 0.8mm, for buoyancy the present value of 1 Newton will be reduced to 0.5 (FINA will even consider the limit of 0 Newton), and for permeability the material(s) used must have at any point a value of more than 80l/m2/second. Permeability values are measured on material with a standard multidirectional stretch of 25%. These parameters will be further considered by the above mentioned scientific group.

CONSISTENCY – Swimsuits effectively manufactured and used shall correspond to and be fully consistent with submitted samples. Any modification before use (including impregnation) is prohibited. Moreover, there shall be no variation/modification for individual swimmers.

APPLICATION
– Considering the time needed for manufacturers to produce their swimsuits, the submission dates and the implementation of the rules are applicable from 2010 only in Swimming competitions.

In addition to these decisions, the FINA Bureau also approved the new FINA Committees and Commissions for the period 2009-2013.

Finally, it was also established that the Diving Qualification event for the 1st Youth Olympic Games (August 2010 in Singapore) will be held in Mexico City (MEX), in April 2010. 

 

In pratica il materiale del costume dovrà essere solo in tessuto e dovrà ricoprire gli uomini dalla vita alle ginocchia, e le donne dal collo in giù, con braccia e spalle scoperte, e non oltre le ginocchia.

Unico dubbio la data di inizio di questa decisione:  per la FINA a partire da Gennaio 2010, le case chiedono una proroga di qualche mese per poter studiare nuovi costumi secondo il nuovo codice….

Speriamo bene..!

Lascia un commento

MONDIALI NUOTO ROMA 09- Tabella riassuntiva ad oggi: 13 titoli mondiali assegnati, 06 records italiani, 20 records europei, 15 records del mondo

from www.nuoto.it

TITOLI MONDIALI ASSEGNATI

400 SL U – BIEDERMANN Paul  GER  3:40.07 WR/ER
400 SL D – PELLEGRINI Fed.  ITA  3:59.15 WR/ER
4×100 SL D – OLANDA                3:31.72 WR/ER
4×100 SL U – USA                   3:09.21
100 RA U – RICKARD Brenton  AUS    58.58 WR 
100 FA D – SJOSTROM Sarah   SWE    56.06 WR/ER 
50 FA U – CAVIC Milorad    SRB    22.67
200 MX D – KUKORS Ariana    USA  2:06.15 WR 
200 SL U – BIEDERMANN Paul  GER  1:42.00 WR/ER
100 DO D – SPOFFORTH Gemma  GBR    58.12 WR/ER
1500 SL D – FILIPPI Alessia  ITA 15:44.93 ER
100 DO U – KOGA Junya       JPN    52.26
100 RA D – SONI Rebecca     USA  1:04.93

PRIMATI ITALIANI

400 SL D – PELLEGRINI Fed.  ITA  3:59.15 – Finale
100 DO U – DI TORA Mirco    ITA    53.77 – Qualificazione
800 SL U – COLBERTALDO Fed. ITA  7.44.29 – Qualificazione
50 RA U – TERRIN Alessand. ITA    27.20 – Qualificazione
1500 SL D – FILIPPI Alessia  ITA 15:44.93 – Finale
200 SL D – PELLEGRINI Fed.  ITA  1:53.67 – Semifinale

PRIMATI EUROPEI

400 SL U – BIEDERMANN Paul  GER  3.43.01 – Semifinale
100 RA U – DUBOSCQ Hugues   FRA    59.01 – Semifinale
100 FA D – SARAH Sjostrom   SWE    56.44 -Semifinale
400 SL U – BIEDERMANN Paul  GER  3:40.07 – Finale
400 SL D – PELLEGRINI Fed.  ITA  3:59.15 – Finale
4×100 SL D – OLANDA                3:31.72 – Finale
100 SL D – BRITTA Steffen   GER    52.22 – Semifinale
100 DO D – SPOFFORTH Gemma  GBR    58.78 – Qualificazioni
100 FA D – SJOSTROM Sarah   SWE    56.06 – Finale
100 DO D – ZUEVA Anastasia  RUS    58.48 – Semifinale
200 SL U – BIEDERMANN Paul  GER  1.43.65 – Semifinale
200 MX D – HOSSZU Katinka   HUN  2:07.46 -Finale
800 SL U – COLBERTALDO Fed. ITA  7.44.29 – Qualificazioni
200 SL U – BIEDERMANN Paul  GER  1:42.00 – Finale
100 DO D – SPOFFORTH Gemma  GBR    58.12 – Finale
1500 SL D – FILIPPI Alessia  ITA 15:44.93 – Finale
200 SL D – PELLEGRINI Fed.  ITA  1:53.67 – Semifinale
100 RA D – EFIMOVA Yuliya   RUS  1:05.41 – Finale

PRIMATI MONDIALI

100 FA D – SARAH Sjostrom  SWE    56.44 – Semifinale
400 SL U – BIEDERMANN Paul GER  3:40.07 – Finali
200 MX D – KUKORS Ariana   USA  2:07.03 – Semifinali
400 SL D – PELLEGRINI Fed. ITA  3:59.15 – Finale
4×100 SL D – OLANDA               3:31.72 – Finale
100 SL D – BRITTA Steffen  GER    52.22 – Finale
100 RA U – RICKARD Brenton AUS    58.58 – Finale
100 FA D – SJOSTROM Sarah  SWE    56.06 – Finale
100 RA D – SONI Rebecca    USA  1.04.84 – Semifinale
100 DO D – ZUEVA Anastasia RUS    58.48 – Semifinale
200 MX D – KUKORS Ariana   USA  2:06.15 – Finale
200 SL U – BIEDERMANN Paul GER  1:42.00 – Finale
100 DO D – SPOFFORTH Gemma GBR    58.12 – Finale
50 RA U – V.D.BURGH Camer RSA    26.74 – Semifinale
200 SL D – PELLEGRINI Fed. ITA  1:53.67 – Semifinale

Lascia un commento

NUOTO – Costumoni, per il 2009 vale tutto

from www.ansa.it

Fina: sì a combinazioni poliuretano, solo per 2009

PARIGI – La Federazione internazionale di nuoto ha autorizzato l’utilizzo delle combinazioni di costumi interamente in poliuretano, tra i quali anche il famoso Jaked 01, per il proseguimento della stagione in corso. Ma dal primo gennaio 2010 entrerà in vigore una nuova regolamentazione con il divieto, a priori, di questo tipo di costumi. Lo ha annunciato oggi la Fina mediante la pubblicazione di una nuova lista di combinazioni omologate, che sarà in vigore per tutto il 2009 e verrà utilizzata anche per i Campionati del mondo di Roma, in programma dal 26 luglio al 2 agosto.Il tanto discusso costume Jaked 01, bocciato lo scorso 19 maggio, è stato nuovamente presentato alla Fina senza alcuna modifica, ma stavolta ha avuto il benestare dalla stessa Federazione. Il suo principale concorrente, il modello X-Glide di Arena, anch’esso bocciato in precedenza, è stato ripresentato con alcune modifiche, ottenendo l’ok della Fina.

Il 19 maggio scorso la Fina aveva chiesto alle aziende di rivedere 136 modelli, interamante in poliuretano, in ragione dei loro effetti di “air-trapping” (comparsa di bolle d’aria) che favorirebbero le prestazioni. Ora la Fina, per giustificare la decisione di reintegrare i modelli interamente in poliuretano, ha dichiarato che allo stato attuale è difficile fare dei test per verificare se effettivamente l’effetto di air-trapping possa portare dei vantaggi agli atleti.

Lascia un commento

NUOTO – Bernard contro i nuovi costumi. Sarà Vero?

Lascia un commento

NUOTO – Sentenza choc, Costumi fuorilegge, ultimi records addio!!!

from www.repubblica.it

La Fina boccia Arena e Jaked (usato dagli azzurri). Saranno cancellati i primati, recenti, di Bousquet e Bernard. Salvi quelli più datati, compreso l’ultimo della Pellegrini: ma gli italiani devono cambiare costume a 2 mesi dai mondiali

ROMA – Bocciato il costume italiano delle meraviglie. Quello dei record, quel ‘Jaked 01’ che aveva sorpreso e impressionato il mondo l’anno scorso alle Olimpiadi di Pechino. La Fina – la Federnuoto mondiale – lo ha messo all’indice proprio ieri a Losanna (dov’era presente il ct Castagnetti, testimone impotente), insieme al nuovo body dell’Arena, l’X-Glide. Con la loro bocciatura vengono automaticamente annullati anche i recenti record del mondo, quelli dei francesi Bousquet (50 sl, con Jaked) e Bernard (100 sl, Arena).
Un’altra rivoluzione, dunque, scuote il mondo del nuoto. Un caos. Ed è una notizia durissima per l’Italia, che da oggi si ritrova senza “il” costume che prevedeva di usare ai Mondiali di Roma (inizio tra due mesi), sul quale la Filippi e Rosolino contavano. Intanto è salvo il record del mondo di Federica Pellegrini, quello dei 200 sl ottenuto a Riccione l’8 marzo. Poi negli Emirati Arabi – il 14 – venne stilata la ‘Dubai Charter’ con le nuove regole che hanno portato alle clamorose decisioni di ieri. Gli esperti hanno esaminato 348 costumi, di 21 diverse aziende.

Approvati 202, bocciati 10, rimandati gli altri 136, tra cui l’X-Glide e Jaked. Quest’ultimo è accusato di trattenere aria, ed ora l’azienda di Vigevano ha un mese esatto per apportare delle modifiche al body e rimettersi in conformità. “Siamo sconcertati: siamo davanti a determinazioni arbitrarie, non suffragate da alcun test. Il tutto a poche settimane dai Mondiali, nel momento in cui l’efficacia del prodotto, autenticamente innovativo, si manifestava in modo assoluto” ha fatto sapere l’azienda italiana, che si riserva anche azioni legali.
Il 19 giugno dunque sarà il giorno chiave. Ed in caso negativo? Gli italiani potranno gareggiare con il Jaked 03, omologato fino al 31 dicembre di quest’anno: solo che questo costume (approvato perché ha parti in lycra) è nato per gli atleti del fondo, quelli che nuotano in acque libere. I problemi si susseguono: la settimana prossima, a Pescara (26-30 maggio) ci sono gli Assoluti estivi, voluti per consentire agli atleti di potersi qualificare alla kermesse romana. E’ lecito immaginare che più d’uno avrà problemi, di sicuro cambieranno le aspettative. Solo Federica Pellegrini (veste Mizuno) e Pippo Magnini (Speedo) sono tranquilli.

E proprio i due big richiederanno con tono più forte (lo ha già fatto qualche mese fa la Pellegrini) la libertà di indossare i costumi. Infatti la Federnuoto, cambiando idea rispetto a Pechino, aveva deciso di tornare all’antico e obbligare tutti ad indossare Jaked. Che, di sicuro, non sarà più lo stesso: che garanzie darà il nuovo? Un’altra gatta da pelare per il presidente Barelli che, dopo il suo ritiro della candidatura al Coni e l’inchiesta della magistratura sulle piscine in costruzione per i Mondiali, sta vivendo davvero un mese nero.

Comments (1)

Older Posts »