Posts Tagged pellegrini

NUOTO – Federica Pellegrini: ancora ORO, ancora WR (e sono 10…)

from www.gazzetta.it

L’Italia ha Fede
Oro anche nei 200 sl

La veneta vince a tempo di record (1’52″98) e coglie il secondo successo nella rassegna iridata, il quarto per l’Italia. Magnini eliminato in semifinale nei 100 sl

ROMA, 29 luglio 2009 – Secondo oro e terzo record del mondo per Federica Pellegrini ai Mondiali: la veneta ha dominato i 200 sl e con ha migliorato il suo primato (1’53″67) che risaliva alla semifinale di 24 ore prima: dopo essere passata dietro alla prima virata, Fede è uscita alla grande è ha chiuso con uno spettacolare 1’52″98. Per l’Italia è il quarto successo della rassegna continentale dopo quelli di Valerio Cleri (25 km di fondo), Federica Pellegrini (400 sl) e Alessia Filippi (1500 sl).

DELUSIONE MAGNINI — Niente da fare per Filippo Magnini che nelle semifinali dei 100 sl non va oltre i 48″04 (migliroato di 7 centesimi il suo primato nazionale) e con il nono tempo potrà fare solo da spettatore quando Bernard, Nystrad e gli altri big della specialità si contenderanno l’oro. Nella prima semifinale dei 50 dorso record del mondo prima per la tedesca Daniela Samulski (27″39) e a seguire per la russa Anastasia Zueva (27″38) con Elena Gemo eliminata con 28″32. Devastante Michael Phelps nei 200 farfalla: ha vinto con una lunghezza di vantaggio su Matsuda e con 1’51″51 ha tolto 52 centesimi al precedente record del mondo, il tutto senza usare nessun ostume supertecnologico.

Lascia un commento

MONDIALI NUOTO ROMA – Giornata incredibile: Alessia Filippi vince i 1500 sl, Federica Pellegrini stabilisci un nuovo WR nei 200 sl e Phelps perde gara e WR dal tedesco Biedermann

from www.nuoto.it

GIORNO 12 – 4 WR – 6 ER
ALESSIA ORO & ER – FEDE WR 200 SL
Alessia Filippi lo aveva detto “Io domani punto all’oro!” è cosi è stato. Ha vinto il titolo di Campionessa del Mondo dei 1500 libero proprio nella sua Roma con il nuovo primato europeo di specialità (15:44.93) sottratto alla rumena Camelia Potec oggi al bronzo (15.55.63). Argento alla tenace danese Lotte Friis (15.46.30) che dopo un avvio veloce sotto il passo del primato mondiale non può nulla nei confronti della straordinaria progressione dell’azzurra che mano a mano con il procedere della gara riduceva a vista d’occhio la distanza fino al sorpasso ai 1000 metri sottolineato dal boato del pubblico che la poi accompagnata per il resto della gara.
Di seguito il video della seconda parte di gara. 

ORO & ER 1500 SL D – FILIPPI Alessia 15:44.93 – 2/A PARTE

Federica Pellegrini stabilisce il suo nono primato del mondo nella semifinale dei 200 libero con il tempo di 1.53.67 (prec. 1.54.46 Pellegrini- Riccione), domani la finale per l’oro. 

WR 200 SL D – PELLEGRINI Fed. ITA 1:53.67 SF
 

E’ nato “forse” l’anti-Phelps nei 200 libero, il nuovo mostro di specialita è il gigante tedesco Paul Biedermann che dopo aver cancellato il WR dei 400 di Ian Thorpe è stato capace oggi sulla mezza distanza di nuotare 1.42.00, nuovo record del mondo sottratto a Michael Phelps che non perdeva su questa distanza da Atene 2004 e che oggi sembrava uno quasi normale anche nelle fasi subacquee, per l’americano la medaglia d’argento a 1.43.22, ma in fondo lui lo aveva detto alla vigilia del Campionato, “Non ero mai stato a Roma, sono qui per visitare i monumenti. Ecco perchè sono venuto a fare i Mondiali”. Bronzo con un ottimo riscontro cronometrico per lo juniores russo (’91) Danila Izotv che con 1.43.90 rafforza ancor di più le possibilià russe in proiezione 4×200.

WR 200 SL U – BIEDERMANN Paul GER 1:42.00

Oltre al limite mondiale anche la finale de i 100 dorso donne con la vittoria ed appunto il WR dell’inglese Gemma Spofforth con 58.12 contro il 58.18 della russa Anastasia Zueva che ha forzato troppo il passaggio di metà gara (28.17) poi pagato negli ultimi 10 metri a dispetto dell’inglese che ha fatto una grandissimo ritorno (29.41), bronzo all’australliana Seebhom 58.88.

WR 100 DO D – SPOFFORTH Gemma GBR 58.12

Primo escluso dalla finale dei 50 rana uomini l’azzurro Alessandro Terrin (27.30) vittima di un arrivo schiacciato (vedi video sotto), nella medesima semifinale il sudafricano Cameron Van Der Burgh nuota 26,74 che gli vale il nuovo primato mondiale, domani la finale.

WR 50 RA U – V.D.BURGH Camer RSA 26.74 – Terrin

Ricordiamo che in mattinata Federico Colbertaldo ha nuotato il nuovo primato europeo negli 800 libero (7.44.29 ) è domani sara in gara con il terzo tempo, segue video.

ER 800 SL U – Federico Colbertaldo 7.44.29
 

Lascia un commento

NUOTO – Federica Pellegrini, video e commenti importanti

IL PREMIER – SILVIO BERLUSCONI
“Esprimo la mia soddisfazione personale e del governo dopo la grande impresa di Federica Pellegrini nei 400 stile libero, in cui ha stabilito anche il nuovo record mondiale. Estendo le congratulazioni anche a Valerio Cleri che ieri ha vinto la medaglia d’oro nella 25 km di fondo”.

IL FIDANZATO – LUCA MARIN
“Sorpreso? Ma nemmeno per idea, io lo sapevo da sempre. È stata un’emozione, anche se chi sta vicino a Fede sa di cosa è capace. Per adesso restiamo concentrati sulle gare, poi di sicuro festeggeremo. Andremo in vacanza assieme dopo il 3 agosto”.

IL GOVERNATORE – PIERO MARRAZZO
“Complimenti a Federica Pellegrini per la sua straordinaria medaglia d’oro nella finale dei 400 metri stile libero. Una vittoria e un primato mondiale che sono anche la conferma della piena maturità agonistica raggiunta proprio qui a Roma dall’atleta tesserata per il Circolo Canottieri Aniene. Sono particolarmente felice perchè Federica, in una delle gare che rimarrà tra le più attese e importanti della sua carriera sportiva, ha saputo gestire le pressioni, confermandosi atleta di primissimo piano. Dopo questa magnifica prestazione sarà una sicura protagonista anche nelle prossime gare in programma”.

IL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA – NICOLA ZINGARETTI
“Voglio fare i complimenti a Federica Pellegrini per l’ennesima grande prova della sua carriera che le è valsa una meritatissima medaglia d’oro nei 400 stile libero e un nuovo record del mondo. Federica sta confermando in questo Mondiale di essere una delle più grandi campionesse di sempre e credo possa ormai essere considerata una romana d’adozione, come ha dimostrato il pubblico presente oggi al Foro Italico riservandole un’accoglienza straordinaria e incitandola ad ogni virata”.

IL FEDERALE – PAOLO BARELLI
“Quella di oggi è una giornata memorabile, non solo per la medaglia d’oro ed il record, ma anche per questo meraviglioso pubblico che rende l’atmosfera incredibile. Ho ricevuto i complimenti da parte di tutte le federazioni, per noi è una doppia felicità visto il record del mondo di una strepitosa Pellegrini, che oggi è diventata l’atleta italiana più importante. 14.000 persone oggi presenti sono un altro record, grazie anche alle forze dell’ordine per aver consentito tutto ciò. Io vado sempre cauto, ci sono atleti preparati e non ci sarà nessun vantaggio per i nostri, sono tutti qui per vincere. Andiamo avanti, abbiamo ancora qualche carta da giocarci fino in fondo e lo faremo senz’altro. La cosa certa è che Roma ha già vinto questo Mondiale, grazie a tutti”.

L’ORGANIZZATORE – GIOVANNI MALAGO’
“È troppo forte, l’avevo detto in epoche lontane di fronte spesso a tante curiosità che c’erano intorno alla sua persona. Ho sempre detto detto che è una fuoriclasse e che avrebbe risposto in piscina sbalordendo tutti. È stata la prima donna a scendere sotto i 4′, ha fatto una gara esemplare, ci ha dato una gioia incontenibile, è un meraviglioso regalo per tutti noi. Lei e Rossi immagine dell’Italia sportiva? Certo, è l’Italia positiva, bella, vincente, che piace a tutte le generazioni”.

IL MINISTRO – LUCA ZAIA
“Voglio fare i miei complimenti di cuore a Federica, che oggi con una gara perfetta ha ottenuto una grande vittoria. Dopo i successi e il record dei Giochi del Mediterraneo non si è fermata e ha regalato all’Italia una splendida medaglia d’oro insieme. L’annata splendida di Federica costellata di vittorie dimostra che si possono ottenere risultati importanti con la dedizione al lavoro e al sacrificio e queste sono caratteristiche che fanno parte della tempra e del Dna dei veneti. Rinnovo i miei complimenti a Federica e ai suoi famigliari per la splendida vittoria, che come italiani e veneti ci rende orgogliosi”.

IL SINDACO – GIANNI ALEMANNO
“Ho assistito alla gara fantastica di Federica Pellegrini e l’immagine del pubblico, l’allestimento e i risultati fugano tutti i fantasmi della vigilia sui mondiali di nuoto. Questi mondiali stanno andando molto bene e sono un grandissimo momento per il nuoto, per Roma e per l’Italia”.

IL PRESIDENTE – GIANNI PETRUCCI
“Insieme a Valentino Rossi, Federica Pellegrini è in questo momento l’atleta immagine dello sport italiano nel mondo. Oggi lo ha santificato davanti ai massimi responsabili dello sport italiano. Sono onorato di essere il presidente dello sport che ha un’atleta così grande. In questo momento voglio anche ricordare che parte di questo record è di Alberto Castagnetti, sono 12 anni che il nuoto italiano vince e lui è uno dei grandi artefici.

LA FAMIGLIA

“Ho una bestia di figlia”, commenta la madre; e il fratello: “Mia sorella è sopra ogni limite. È un’aliena”. Papà Roberto: “Sto piangendo di gioia. Questa vittoria è la rivincita di Federica su tutto e tutti. Sono senza parole”.

Lascia un commento

NUOTO – Pellegrini oro con record del mondo, abbattuta la barriera dei 4 minuti sui 400 stile libero

from www.gazzetta.it

Nuoto, Federica Pellegrini oro e record nei 400 s.l.

Federica Pellegrini ha vinto la medaglia d’oro nei 400 metri stile libero. ai Mondiali di Roma conquistando anche il nuovo record del mondo con 3’59″15

Lascia un commento

NUOTO – 400 stile libero: Pellegrini in finale da favorita, out Rosolino

from www.corriere.it

Delude Rosolino, Pellegrini in finale

La campionessa veneta stabilisce il record dei campionati nei 400 sl donne. 100 farfalla: in semifinale la Segat 

Federica Pellegrini si è qualificata per la finale dei 400 stile libero donne con il miglior tempo (4’01″96) che è anche il record dei campionati mondiali. Niente da fare per l’altra azzurra in gara, Flavia Zoccari, che ha chiuso con 4’11″58. Invece è stato eliminato Massimiliano Rosolino nei 400 stile libero uomini. L’azzurro ha chiuso le batterie con il 16mo tempo, in 3’47″05. Niente da fare anche per l’altro azzurro, Cesare Sciocchetti. Nei 400 m sl uomini clamorosa anche l’eliminazione del campione mondiale e olimpico, il sudcoreano Park Taeh-wan, che non è riuscito a centrare l’obiettivo chiudendo le batterie con il 12mo tempo. Il più veloce è stato il tedesco Paul Biedermann in 3’43″01, che ha realizzato il record europeo togliendolo proprio a Rosolino, il quale lo aveva realizzato nella finale olimpica di Sydney 2000.

ALTRI RISULTATI – È in finale con il quinto tempo la staffetta azzurra (Donin, Calvi, Orsi e Galenda) della 4×100 sl maschile. Miglior tempo per il Brasile con il nuovo record dei campionati in 3’11″26. Mancano la semifinale dei 100 farfalla donne le due azzurre iscritte: Ilaria Bianchi (22ma) e Caterina Giacchetti (29ma), gara nella quale la svedese Sarah Sjostrom ha stabilito il record dei campionati in 56″76. Record dei campionati anche per l’americana Ariana Kukors che ha nuotato i 200 m misti in 2’08″53, gara in cui accede alla semifinale Francesca Segat con il 13mo tempo, fuori l’altra italiana Erica Buratto. Doppio record dei campionati anche nei 50 m farfalla uomini: sia il sudafricano Roland Schoeman che lo spagnolo Rafael Muñoz hanno nuotato in 22″90. In questa gara eliminati gli azzurri Mattia Nalesso e Paolo Facchinelli. Niente da fare anche per i ranisti: nei 100 Luca Pizzini è 24mo e Mattia Pesce 34mo. Finale mancata anche per la 4×100 sl donne, che senza la Pellegrini non è andata oltre il 13mo posto.

COMMENTI – Rosolino non fa drammi per l’eliminazione, che subito dopo aver ultimato la prova ha scaricato tensione vomitando. «Significa che ho tirato molto. È ovvio che ci tengo sempre a fare bene, ma sapevo di essere più competitivo nella staffetta 4×200 che nei 400. Non sono certo contento di essere rimasto fuori dalla finale, ma non sto male». Molto amareggiato invece il campione sudcorano Park: «Sono molto deluso, mi aspettano di nuotare più veloce, ma ero troppo stanco. Non mi sono riposato abbastanza dopo Pechino, ed è dal 2005 che lavoro duro senza mai potermi riposare. E non nascondo che sento una grande pressione addosso. Spero di fare meglio nei 200 stile e nei 1.500».

Lascia un commento

NUOTO – Federica Pellegrini contro tutti

from www.tuttosport.com

Pellegrini: «C’è chi gode se perdo» 

La campionessa olimpica si sfoga: «Dopo Pechino pensavo che la Fin mi avrebbe trattata meglio. Il problema è che nuoto per l’Aniene di Malagò»
ROMA, 14 luglio – «Se vinco tutti faranno finta di essere felici, ma staranno recitando». E se dovesse invece andare male? «Già vedo la scena: riceverò una pacca sulle spalle, consolazione davanti al pubblico, poi andranno di là a festeggiare». Federica Pellegrini non nasconde il suo malumore nei confronti della Federnuoto in un’intervista a Vanity Fair, che le dedica anche la copertina dove l’olimpionica azzurra appare nuda e dipinta d’oro. «Dopo Pechino, dopo aver vinto una medaglia d’oro, pensavo che sarei stata almeno rispettata – spiega -. Trattata con un minimo di riguardo. Invece non è stato cosi». Qual è il problema?, le viene chiesto. «Forse proprio che ho vinto – la sua risposta -. E che sono del circolo Aniene, quello di Giovanni Malagò». E quando le chiedono se il presidente delal Fin Paolo Barelli le è simpatico ribatte: «Oddio, vuoi scrivere la risposta nell’intervista? Allora è meglio che risponda dopo i Mondiali, fino ad allora preferisco tacere. Ne avrei di cose da dire, ma non adesso».

IN PARTENZA – L’azzurra, primatista mondiale di 200 e 400 stile libero, dopo i Mondiali lascerà l’Italia per trasferirsi negli Stati Uniti. E dice che una vittoria mondiale non cambierebbe nulla, anzi per lei dopo l’oro sarebbe ancora peggio. «Ma comunque me ne andrò sei mesi in America e sarò serena». In caso venisse un oro o magari due, le dediche sono già pronte: «A me stessa, alla mia famiglia, a Luca Marin, il mio fidanzato, a Malagò, all’allenatore». Se va male, di chi sarà la colpa? «Mia». Riesci a essere contenta per le vittorie degli altri? «Dipende. Lo sono se loro sono altrettanto contenti per me». Per chi potresti essere contenta in caso di vittoria a Roma? «Per Luca».

L’INCUBO – Nell’intervista la Pellegrini confessa un incubo che la perseguita prima di ogni gara: «Io sono ai blocchi di partenza, ma non faccio in tempo a togliermi l’accappatoio, quello blu, proprio il mio. Allora mi butto in acqua così, nuoto avendolo addosso, la cintura annodata. A ogni bracciata s’infradicia, diventa più pesante, ma io vado avanti, sono staccata, non vincerò mai, ma quel che conta è arrivare al traguardo, non affondare. E ci riesco».

BRUTTI MOMENTI – Nella sua carriera ci sono stati momenti di gloria ma anche altri meno felici, come la crisi asmatica agli Assoluti invernali di Genova. «Non riuscivo a prendere aria – racconta – la gola si chiudeva e ho dovuto fermarmi. Una parte di me mi stava dicendo qualcosa. C’è la gara breve, i 200, che faccio in scioltezza. E poi la distanza lunga, che mi costa di più. E una parte di me non voleva». Succede spesso che le due Federiche litighino? «Sì. Adesso meno, in passato molto di più».

PSICOLOGIA – Adesso grazie all’aiuto psicologico ne è venuta fuori e ha imparato un metodo ripetendosi mentalmente una frase: «Non è reale, non è reale…». Cioè: «È nella mia testa, ma non è nella realtà. Non sta succedendo realmente se io non lo consento». A Pechino ha sbagliato la gara lunga, «come al solito», ma poi ha recuperato nell’altra. E contro chi lancia sospetti di doping contro di lei risponde: «Ma io faccio una marea di controlli antidoping, come potrei passarli se prendessi qualcosa?». Anche se qualcuno quel qualcosa lo prende, «come in tutti gli sport». Ma lei dice di non essersi mai fatta nemmeno una canna, come confessato invece da Michael Phelps. «Poi non credo che aiuti – spiega -. Lui ha sbagliato a farlo, ha dato un’immagine sbagliata».

IMMAGINE – Lei alla sua immagine tiene e parecchio: «Un sacco di gente mi guarda…». E sta molto davanti allo specchio: «Sono vanitosa, mi guardo un sacco…». Ora non è più grassottella come era qualche anno fa: «Non avrò mai il fisico che voglio, ma rispetto ai quindici anni, al periodo terribile di Milano, quando ingrassavo a vista d’occhio, adesso sono quasi soddisfatta». Qual è il fisico che vorrebbe la Pellegrini? «Quello da modella: vorrei essere sottile e non lo sarò mai. Mi piacerebbe, quando smetterò, dopo l’Olimpiade di Londra 2012 forse, fare qualcosa nella moda». Ma intanto molte persone guarderanno queste fotografie su Vanity Fair con la pelle d’oro. «Questo è il primo servizio fotografico in cui mi sono sentita donna» dice.

Lascia un commento

Older Posts »