Posts Tagged sport

LIGURIA – Presentato l’annuario dello sport ligure

from http://www.riviera24.it

Genova – “Si tratta di una vera e proprio enciclopedia dello sport ligure – spiega l’assessore regionale Morchio – Una cartina di tornasole per il movimento sportivo nella nostra regione e uno strumento utilissimo per tutti coloro che operano in questo settore”

Presentata oggi presso la Regione Liguria, alla presenza dell’Assessore allo Sport Fabio Morchio e del presidente del Coni Liguria Vittorio Ottonello, la quarta edizione dell’Annuario Ligure dello Sport realizzato dalla redazione di LiguriaSport.com.
“Si tratta di una vera e proprio enciclopedia dello sport ligure”, ha spiegato Morchio. “Una cartina di tornasole per il movimento sportivo nella nostra regione e uno strumento utilissimo per tutti coloro che operano in questo settore”.
“Uno strumento unico – sottolinea Ottonello – che condensa i dati di tutto il nostro movimento costituito di 3000 società sportive, 12 mila dirigenti, 9 mila tecnici. E’ una vetrina fondamentale verso il mondo mediatico, istituzionale e delle imprese. Un lavoro prezioso che valorizza lo sport ligure e tutti i suoi interpreti”.
L’Annuario Ligure dello Sport 2009-2010 è in vendita presso le principali edicole della provincia di Genova e su ordinazione allo 010.9131006 o via mail a annuario@liguriasport.com

Comments (1)

GENOVA – Eyof e Mondiali ciclismo, sconfitte per tutta la Regione

from http://www.primocanalesport.it

Eyof e Mondiali di Ciclismo, le sconfitte dello sport ligure

Eyof e Mondiali di Ciclismo, le sconfitte dello sport ligure

Sono settimane difficili per lo sport liguri dal punto di vista “politico”. In un ristretto arco di tempo si sono, infatti, registrate due sconfitte pesanti che meritano di essere approfondite e sulle quali bisogna interrogarsi. Prima c’è stata la bocciatura della candidatura di Genova per ospitare Eyof. Una bocciatura che fa male perchè figlia di uno scarso supporto alla richiesta da parte delle istituzioni ma una bocciatura che conferma, parole del Presidente del Coni nazionale Petrucci, come a Genova, in termini di impianti “non sia cambiato nulla”. L’altro giorno, poi, lo schiaffo di Lugano: i mondiali di ciclismo 2012 sono stati, infatti, assegnati agli olandesi di Maastricht. I complimenti di rito alla proposta genovese si sono sprecati,così’ come gli inviti a riprovarci. Ma Genova ha perso. Forse anche perchè non c’è stato un adeguato “sistema” alle spalle che ha supportato questa candidatura. Perchè se il Presidente della Federciclismo nazionale Di Rocco, dopo il no a Genova dice che era prevedibile perchè “non si possono ospitare tutte le corse in Italia”, qualcuno poteva consigliare meglio chi ha presentato questa candidatura. Delle bocciature incassate da Genova e di tutte le altre problematiche dello sport ligure, si parlerà mercoledì 30 settembre, alle 21, su Primocanale Sport, in una puntata speciale di Off Limits Sport con interventi, tra gli altri, del Presidente del Coni regionale Ottonello, e dell’Assessore allo Sport del Comune di Genova Anzalone.

Lascia un commento

LIGURIA – Approvato il disegno di legge testo unico in materia di sport

from http://www.asca.it

(ASCA) – Genova, 28 set – Con voto pressoche’ unanime (si e’ astenuto soltanto Nicola Abbundo, Moderati per il Popolo delle Liberta’), il Consiglio Regionale della Liguria ha approvato il disegno di legge testo unico in materia di sport.

Obiettivi del provvedimento sono la semplificazione e il riordino della normativa in materia di sport e il coordinamento delle diverse leggi regionali che disciplinano la materia, razionalizzando i procedimenti amministrativi. Il testo introduce anche nuove norme necessarie per adeguarsi alla normativa statale di riferimento e disciplina le modalita’ di affidamento della gestione degli impianti sportivi pubblici, l’ordinamento della professione di maestro di sci, la sicurezza nella pratica degli sport invernali e la gestione in sicurezza delle relative aree. Il testo definisce ”discipline di tradizione ligure” le bocce e la petanque, il canottaggio a sedile fisso e mobile, la pallanuoto, la pallapugno e la vela. La Regione riconosce la primaria funzione dei musei dello sport come strumenti di promozione e di avvicinamento alla cultura sportiva e ne favorisce la tutela, la conservazione e la valorizzazione.

Il testo disciplina le modalita’ di affidamento in gestione a terzi degli impianti sportivi di proprieta’ degli enti pubblici territoriali. Tra le esclusioni dall’applicazione sono stati inseriti gli impianti sportivi facenti parte del patrimonio regionale, affidati in gestione direttamente ad enti pubblici.

Come richiesto dalla Consulta regionale per la tutela dei diritti della persona handicappata in sede di Comitato per lo sport, il Comitato italiano paralimpico (Cip) viene equiparato al Coni quale soggetto con cui la Regione puo’ stipulare convenzioni per coordinare iniziative sul territorio regionale e attivita’ di collaborazione per la realizzazione di specifici progetti.

Permangono le norme volte a regolamentare i rapporti tra Regione, enti locali e istituzioni scolastiche, nonche’ i rapporti con le forze dell’ordine e con l’amministrazione penitenziaria.

Lascia un commento

SPORT IN GAME – Attesa per la finalissima

In questi giorni ad Arma di Taggia è in corso di svolgimento la seconda edizione di ‘Sport in Game’, una sorta di giochi senza frontiere locale, organizzata e gestita da una associazione fondata in seguito alla scomparsa prematura dell’amico Luca Valle (www.gliamicidiluca.it).

“Visto il gran numero di adesioni e la quantità di pubblico che affolla la passeggita soprastante e la spiaggia dove si svolge la manifestazione, per Arma di Taggia è veramente un grande successo – commenta così l’assessore alle Manifestazioni Andrea Lanteri – ed è una bella smentita per le persone che hanno sempre dichiarato la nostra città essere una località turistica per anziani con poche iniziative per i giovani”.

Nelle serate del 27 luglio, 3 e 6 agosto si sono svolte le fasi eliminatorie dove, sulla spiaggia dei Bagni la Fortezza, le squadre, suddivise in tre gironi ciascuno composto da sei squadre, si sono affontate, dimostrando grandi qualità tecnico-agonistiche in ben cinque giochi (Pinne, fucile ed occhiali, Acqua puzzle, Pollo in pentola, Scoppio e pastrocchio, Snow beach). Si sono qualificati aggiudicandosi il primo posto di ogni girone nelle tre diverse serate i concorrenti di Pizz’all–Mister Bike, Milano Assicurazioni di Galatà–Riviera Volley e Bagni Ruffini-Ristorante Vento Largo, quest’ultimi totalizzando un punteggio nonchè rilevante, portandosi al comando della classifica della serata con 50 punti dei 60 totalizzabili per serata, accedendo per diritto alla finale di giovedì 13 agosto, alle ore 21.00, presso la spiaggia dei Bagni La Fortezza.

Mentre i concorrenti che torneranno a sfidarsi domani, lunedì 10 agosto, nella semifinale classificandosi al secondo e terzo posto dei rispettivi gironi Bar Frog’s, Vespa Store-Ginnastica/Riviera dei Fiori, Osteria la Pecora Nera/Ass. Bauxi Gianchi/Tabaccheria Carlotta, Marina degli Aregai, Botti Catering-Playa Manola e Santini Arreda-Immagine Due Elle, per aggiudicarsi gli ambiti posti per la finalissima.

“Le prossime due serate – dice Luca Minghinelli, presidente dell’associazione ‘Gli Amici di Luca’ – saranno sicuramente animate da un duro scontro agonistico, dato l’alto tasso tecnico delle squadre presenti e la posta in palio (1° premio un viaggio per l’intera squadra con meta a scelta), e non mancheranno sorprese per il pubblico: infatti per la semifinale verrà dato più spazio allo spettacolo, con l’esibizione in salti acrobatici ed esercizi a corpo libero di atleti/e della Società Ginnastica Riviera dei Fiori e divertentissimi giochi per gli spettatori”.

Lascia un commento

SPORT IN GAME – Evoluzione della seconda serata

Un secondo girone di sei squadre si è sfidato lunedi sera sulla spiaggia dei bagni la Fortezza di Arma di Taggia tra giri di corsa con le pinne, virtuosi slalom con le cariole e lanci di polli con le catapulte.

A dar spettacolo delle proprie abilità fisiche sono stati i componenti delle squadre di Bagni Ruffini-Ristorante Vento Largo con la maglia di colore verde che si sono aggiudicati il passaggio diretto alla finale, a seguire Botti Catering-Playa Manola colore giallo, vincitori della scorsa edizione di Sport in Game con gli azzurri di Santini Arreda-Immagine due elle classificati lo scorso anno in ottima posizione, che si rifronteggeranno lunedì 10 agosto nella semifinale assieme alle seconde e terze classificate delle altre eliminatorie; mentre i temerari di John Capatosta Team contraddistinti dal colore arancione e la squadra rosa denominata Ristorante Vela Blu Ginnastica Riviera dei Fiori capitanata dal dinamico Claudio Frascarelli, nonostante hanno dato il meglio di loro non sono riuscite a superare i loro avversari.

Ad incitare i giocatori, un ruolo fondamentale come sempre è stato svolto dal numerosissimo e caloroso pubblico presente, coinvolto nuovamente sia in un simpatico gioco sia nella lotteria, dove il ricavato viene destinato all’associazione Gli Amici di Luca, organizzatori della manifestazione, destinato a finanziare le loro future iniziative. Un doveroso ringraziamento va fatto alla protezione civile e alla croce verde che presenziano come di consueto le serate della manifestazione. Non sono mancate sorprese per il pubblico, coinvolto in un simpatico gioco e premiati con buoni sconto offerti dalla Pizzeria “Le Ginestre” del Castellaro Golf Resort e con la lotteria che ha visto l’estrazione di ben dieci premi offerti da esercizi commerciali locali solo per citarne alcuni la Pulichimica concess.MA-FRA, cosmetici per la vostra auto-moto-barca, dal Bar Frog’s con i suoi ricchi aperitivi, dal centro abbronzatura Shopping your sun, da Buffetti di Oggero Liliana, Bagni Se Stante e dal Parco acquatico le Caravelle di Ceriale, La Riviera quotidiano locale, Black & White.

Ringraziamo pertanto tutti gli sponsor che hanno reso possibile questa manifestazione, in particolar modo il Parco Commerciale Taggia sito nella zona adiacente la nuova stazione ferroviaria, la Uno Gas e Biesse. Appuntamento a giovedì alle 21, stesso luogo, con le ultime sei squadre che si contenderanno la possibilità di accedere alla finale del 13 di agosto.

I° serata: Milano Assicurazioni G.B.A s.n.c di Galatà / Riviera Volley hanno conquistato la vittoria della serata con 35 punti passando di diritto alla finale, mentre Osteria la Pecora Nera / Ass. Bauxi Gianchi / Tabaccheria Carlotta con 30 punti e Marina degli Aregai con 29 punti si fronteggeranno nuovamente nella serata del ripescaggio.

Lascia un commento

SPORT IN GAME – Inizia questa sera la seconda edizione la rassegna sportiva principe dell’estate

from www.ilsecoloxix.it

Secolo 26-07-09 - Inizia Sport in Game 2009

from www.lastampa.it

Stampa 27-07-09 - Inizia Sport in Game 2009

from www.ilsecoloxix.it

Secolo 27-07-09 - Inizia Sport in Game 2009

SQUADRE DELLA PRIMA SERATA:

TIPOGRAFIA SAN GIUSEPPE

 CROCE VERDE ARMA DI TAGGIA

OSTERIA LA PECORA NERA – ASS. BAUXI BIANCHI – TABACCHERIA CARLOTTA

VETRERIA SAVET – GINNASTICA RIVIERA DEI FIORI

MARINA DEGLI AREGAI

MILANO ASSICURAZIONI G.B.A. di Galatà

GIOCHI DELLA SECONDA EDIZIONE:

Pinne, fucile ed occhiali
Un concorrente è situato ad una estremità del percorso stabilito. Al via si infila le pinne, la maschera ed il salvagente e correndo cerca di raggiungere, con un annaffiatoio pieno di acqua, effettuano un percorso a slalom, il lato opposto a sé, dove è situato un secchio dentro al quale svuotare l’annaffiatoio; questo contenitore poi viene preso da una compagna di squadra (donna) la quale, passando sdraiata sopra ad un “rullo umano” (composto dai restanti componenti della squadra che sdraiandosi uno accanto all’altro, ruotano su se stessi per far avanzare la concorrente), deve arrivare ad un punto stabilito per svuotare il secchio e tornare di corsa da dove è partita.
Vince la squadra che nel tempo previsto ( tempo massimo 4 minuti)  riesce a portare più acqua a destinazione.
Acqua Puzzle
Al via sei concorrenti di ciascuna squadra salgono sul canotto con le lettere che andranno a comporre la parola che gli è stata assegnata sino a raggiungere la boa di riferimento, mentre gli altri due concorrenti trasporteranno al seguito la piattaforma galleggiante che servirà per “traghettare” i suoi compagni dalla boa verso la riva. Non appena raggiunta la boa, il primo concorrente a bordo del canotto prenderà una lettera che andrà a comporre la parola predefinita ( parola di sei lettere), salirà in piedi sulla piattaforma galleggiante e, trasportato dai suoi due compagni, raggiungerà la riva per dirigersi poi nell’area sottostante al pubblico mostrando la propria lettera; la stessa procedura verrà utilizzata per gli altri 5 compagni. I traghettatori, quando avranno riportato a riva il sesto concorrente del canotto, dovranno lasciare sulla battigia  la piattaforma, nuotare sino al gommone, riportarlo a riva e raggiungere i suoi compagni che dovranno esporre in modo corretto la parola assegnatagli. Solo quando uno dei due traghettatori suonerà la tromba d’arrivo, il tempo verrà fermato. Vince la squadra che completa la parola nel minor tempo possibile.
Pollo in pentola
Un concorrente, al via, prende in mano il primo pollo, entra nel sacco di juta, e salta fino a raggiungere il suo compagno a metà percorso; sale sulla cariola e si fa trasportare sino alla parte opposta oltrepassando la passerella di legno. Appoggia il pollo nella catapulta e cercherà di centrare il medesimo nella pentola del “canestro” ( canestri composti da 2 persone una sopra l’altra a cavalluccio, con una pentola in mano come canestro).
Vince chi riesce a centrare più polli nel tempo massimo stabilito (tempo massimo 5 minuti). Gli altri concorrenti fungeranno da disturbatori durante lo svolgimento del gioco.
Scoppio e Pastrocchio
Due concorrenti per ogni squadra sono pronti sulla linea di partenza messi uno sopra le spalle dell’altro: quello che sta sopra indossa in testa un tappo da damigiana con degli spilloni attaccati ed è bendato. Al via i concorrenti cercheranno di scoppiare i palloncini posti in linea sopra di loro ( i palloncini saranno riempiti con acqua).Una volta scoppiati tutti i palloncini, uno dei due concorrenti dovrà entrare nella piscina di fango, cercare le palline del colore assegnatogli e consegnarli ai suoi quattro compagni che, messi uno a fianco all’altro con le caviglie legate uno all’altro, dovranno muoversi in modo coordinato per raggiungere il lato opposto e riporre gli oggetti in un contenitore. Vince la squadre che nel tempo stabilito (tempo massimo 5 minuti) riesce a portare più palline del colore assegnatogli nel recipiente. Gli altri componenti della squadra fungeranno da disturbatori durante lo svolgimento del gioco
Snow beach
Quattro persone di ciascuna squadra in fila indiana si posizionano sugli sci ( un paio di sci per tutti e quattro) legandosi i piedi agli elastici; il primo della fila terrà in mano un secchio. Al via partono ( la difficoltà sta proprio nell’essere coordinati tutti insieme) e all’andata devono scoppiare con gli sci prima i palloncini che trovano per terra lungo il percorso e al ritorno scoppiare con dei bastoncini quelli situati sopra di loro pieni d’acqua, cercando di farla cadere dentro al secchio del compagno che poi verserà l’acqua raccolta nell’apposito contenitore. Saranno presenti disturbatori che getteranno acqua verso i concorrenti. Vince chi avrà portato più acqua nel secchio nel tempo massimo stabilito (Tempo massimo 4 minuti).

Comments (1)

SPORT – Promo del Papa: “Lo sport educhi!”

from www.gazzetta.it

Oggi il Tour in Val d’Aosta
Atteso il saluto del Papa

Dopo la giornata di riposo, la corsa riparte con la Martigny-Bourg Saint Maurice, 159 km con due grandi insidie: Piccolo e Gran San Bernardo. La corsa passa a 3 km da Les Combes, dove il Pontefice si trova in vacanza

MARTIGNY (Svizzera), 21 luglio 2009 – Il Tour oggi passa dall’Italia. La 16ª tappa è la Martigny- Bourg Saint Maurice (159 km), con partenza alle 13. Ci sono due gran premi della montagna: dopo 40,5 km il Gran San Bernardo (24,4 km al 6,2%, tetto del Tour a quota 2473 metri) e dopo 128 il Piccolo San Bernardo (22,6 km al 5,1%, quota 2188 metri). Dalla cima all’arrivo mancheranno 31 km (di discesa). La tappa tocca Svizzera, Italia (Val d’Aosta) e Francia. Le strade interessate saranno chiuse al traffico con qualche ora di anticipo. Il passaggio sul Gran San Bernardo è previsto intorno alle 14.

Da 50 anni il Tour non attraversava la Val d’Aosta: il 14 luglio 1959 la tappa finì proprio ad Aosta e vinse Ercole Baldini in maglia iridata. La corsa passerà a 3 km da Les Combes, dove Papa Benedetto XVI si trova in vacanza: per l’occasione il Pontefice ha diffuso questo messaggio. “L’impegno nello sport contribuisca alla crescita integrale della persona, non sia mai separato dal rispetto dei valori morali e sia attento ai valori educativi”: lo ha affermato Papa Benedetto XVI, rivolgendo un saluto e un augurio ai partecipanti al Tour. Eccezionalmente, sarà consentito il passaggio di un elicottero che segue la corsa sopra Les Combes d’Introd, dove dall’inizio del periodo di riposo del Pontefice, è stato interdetto il transito a qualunque tipo di velivolo, parapendio compreso. Temperature oltre i 2000 metri intorno ai 9-10 °C, 27 °C all’arrivo.

Lascia un commento

Older Posts »